Il Festival di Brescia e Bergamo si ferma

Il Festival Pianistico Internazionale non inizierà il 25 aprile con Martha Argerich

News
classica
Martha Argerich (foto Adriano Heitman)
Martha Argerich (foto Adriano Heitman)

Il Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo si ferma, così scrivono il presidente Andrea Gibellini e il direttore artistico Pier Carlo Orizio:

«La drammatica emergenza sanitaria che sta aggredendo tutti i Paesi e il nostro in particolare ma che nelle città di Brescia e Bergamo si è particolarmente accanita impedisce lo svolgimento del Festival Pianistico Internazionale nelle date già indicate, a partire dall’inaugurazione con Martha Argerich dei prossimi 25 e 26 aprile.

Si comunica pertanto che il Festival è temporaneamente sospeso e sarà riprogrammato, nei termini possibili, tenendo conto degli sviluppi della situazione sanitaria e della disponibilità dei teatri e degli artisti. 

Resta infatti ferma la convinzione che l’arte, e la musica in particolare, sia tra i più efficaci strumenti di rinascita alla fine di un tunnel che sta segnando le nostre Comunità.

Ci auguriamo pertanto, in primis per le nostre Comunità e come segno di rinascita, di poter tornare presto a informarvi del nuovo corso del Festival Pianistico Internazionale 2020».

 

 

 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Continua la serie di cancellazioni delle rassegne musicali dell’estate a causa del Covid-19 

classica

Cecilia Bartoli ha dato l’annuncio della cancellazione, dopo la decisione del governo di prolungare la chiusura dei teatri fino a fine giugno 

classica

All’asta di primavera del commerciante di autografi berlinese J.A. Stargardt sono stati venduti spartiti e lettere, di Mozart, Wagner e Chopin