Argiano Baroque Music Festival

Tra luglio e agosto quattro concerti per la seconda edizione del festival di Villa Bell’Aria ad Argiano, Montalcino

News
classica
Villa di Argiano, Montalcino (Siena)
Villa di Argiano, Montalcino (Siena)

Torna l’Argiano Baroque Music Festival proponendo, tra il 21 e 23 luglio e il 19 e 26 agosto, quattro appuntamenti concertistici immersi nei panorami naturalistici delle terre di Montalcino e del Senese, celebri terre del Brunello.

Tra le verdi colline toscane, anche per la sua seconda edizione l’Argiano Baroque Music Festival, coniuga un programma fatto di interpreti di rilievo internazionale, un ambiente dall’acustica perfetta e un’ospitalità a cinque stelle. «La grande musica Barocca è come un vino d’annata: va “degustata” cogliendone ogni dettaglio e sfumatura, in un ambiente intimo e raccolto, per gioire così appieno delle emozioni e delle meraviglie che può donarci»: in queste parole del direttore artistico Antonio Artese, si ritrova una sintesi del percorso sinestetico proposto da questa manifestazione, un’occasione di incontro e fusione di arte dei suoni e arte del vino, una sorta di alchimia, di contaminazione reciproca tra udito e gusto.

La programmazione 2022 dell’Argiano Baroque Music Festival punta sulla qualità proponendo nelle sue quattro date protagonisti di assoluta rilevanza del panorama musicale barocco internazionale a partire, il 21 luglio, dalla serata titolata “Forqueray Unchained”, appuntamento inaugurale in cui il Trio composto da André Lislevand, viola da gamba, Jadran Duncumb, tiorba, e Paola Erdas, clavicembalo, proporrà la sua lettura di musiche di Forqueray, Marais e De Visée. Si prosegue il 23 luglio con l’olandese Punto Arte Ensemble: Tijmen Huisingh e Alicia Berendse violino, Jörgen van Rijen, trombone, Jan Willem de Vriend, viola e direttore, René Geesing, violoncello e Callum Anderson, clavicembalo, con una proposta di celebri pagine di Vivaldi, Marcello, Merula e J.S. Bach.

Christophe Rousset (foto Nathanael Mergui & Marc Pellerin)
Christophe Rousset (foto Nathanael Mergui & Marc Pellerin)

Il viaggio tra i tesori della musica antica continua nel mese di agosto, il 19, con la finezza interpretativa del clavicembalo di Christophe Rousset, interprete di una serata interamente dedicata al barocco francese con musiche di Rameau e Couperin. Infine, dopo tre appuntamenti dedicati alla musica strumentale, la seconda edizione dell’ Argiano Baroque Music Festival termina il 26 agosto con il fascino del repertorio vocale di Monteverdi affidato al controtenore Raffaele Pe e La Lira di Orfeo (Anais Chen, violino, André Lislevand, viola da gamba e Davide Pozzi, cembalo).

Tutti i concerti si tengono “al calar della sera” nel cortile della villa cinquecentesca di Argiano. con posti limitati a 100 ospiti così da permettere agli ascoltatori un’ottimale condizione di visione e di ascolto. Precede ogni performance musicale un raffinato aperitivo, momento in cui poter degustare i vini della Tenuta, visitare la Cantina e approfondire la conoscenza della sua pregiata produzione.

Informazioni sul sito www.argianomusicfestival.com.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il 22 febbraio in diretta su Radio3 e il 23 anche in live streaming, in programma il 1° Concerto per pianoforte di Brahms, solista Dmytro Choni

classica

Il 16 marzo la Casa di Riposo “Giuseppe Verdi” di Milano ospiterà la finale della II edizione del concorso indetto dal comitato AMUR

classica

Annunciato alla Bit di Milano il programma 2024 del Luglio Musicale Trapanese titolato "Favole, fiabe e altri racconti…"