L'estate di Santa Cecilia

Roma: da Morricone a Ughi

News
classica
Il 23 giugno un gala Gershwin diretto da William Eddins chiude la stagione sinfonica dell'Accademia di Santa Cecilia, la cui attività concertistica prosegue però fino a luglio inoltrato con una serie di tre concerti dal programma popolare tipicamente estivo. Il 2 luglio Ennio Morricone, che aveva dovuto annullare per motivi di salute il suo precedente impegno romano, sale sul podio per dirigere sue musiche per il cinema e anche un suo lavoro per la sala da concerto, "Meditazione Orale", su testo di Pier Paolo Pasolini, che sarà anche la voce recitante, naturalmente registrata. Il 9 sono di scena Igudesman & Joo (nella foto), celebre duo ribelle ad ogni schema, le cui performance sono un'esplosiva miscela di musica classica, commedia e cultura pop. In quest'occasione ripropongono in versione "big"il loro show più noto, "Nightmare Music", con un'intera orchestra sinfonica insieme a loro sul palco. Il terzo e ultimo appuntamento (23 luglio) vede come protagonista Uto Ughi, impegnato in musiche di Beethoven, Saint-Saëns e Sarasate, intervallate da sinfonie di Rossini e dal "Bolero" di Ravel, con l'orchestra di Santa Cecilia diretta da George Pehlivanian.

m.m.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Scompare dopo una lunga malattia il critico musicale 

classica

Stuart Isacoff e Emanuele Arciuli per presentare due novità EDT in libreria

classica

Due operine tascabili e concerti di musica italiana, serba, spagnola ed inglese al festival marchigiano