Billy Taylor 1921-2010

La morte di uno dei grandi divulgatori del jazz

Articolo
jazz
Il 29 dicembre scorso è scomparso il pianista Billy taylor, uno dei grandi divulgatori del jazz. Nato nel 1921 a Greenville, North Carolina, Taylor si impose sulla scena newyokese nei primi anni Cinquanta con il suo trio, una formazione a cui è rimasto fedele nei decenni. Pianista dalla enciclopedica conoscenza della storia, stilista elegante e raffinato, Taylor scoprì nei primi anni Cinquanta la sua più notevole vocazione: divulgare il linguaggio e i valori del jazz. E lo fece diventando un protagonista di un medium in piena crescita: la televisione. Il suo programma per la NBC, "The Subject Is Jazz", avviato nel 1958, è oggi considerato una tappa fondamentale nella diffusione del miglior jazz classico e contemporaneo. Inoltre si impegnò come disc jockey in innumerevoli trasmissioni radiofoniche. Questo impegno - che coincide con una vera e propria generale crisi di pubblico - culmina con l'iniziativa del Jazzmobile: una serie di concerti itineranti per Harlem e tutta New York veicolati da un furgone, che portava la musica negli angoli delle strade a quelle nuove generazioni che erano invece legate al soul e al rock. Le consulenze per il Comune di New York e le tante onorificenze sono solo la parte più visibile della stima e del rispetto che questo magnifico musicista - che ha suonato e collaborato con il gotha del jazz - si era guadagnato nei decenni.

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

jazz

Esce per CAMJazz il debutto di Pipe Dream, il progetto di Zeno De Rossi, Filippo Vignato, Pasquale Mirra, Giorgio Pacorig e Hank Roberts: l'intervista

jazz

La morte della regina del soul a 76 anni, dopo una lunga malattia: la sua storia in 10 brani

jazz

Una (doppia) playlist estiva con le 20 novità jazz più interessanti dei mesi estivi, tutte da ascoltare