Standard di classe

Riccardo Del Fra in trio al Teatro Garibaldi di Modica

Recensione
jazz
Fondazione Teatro Garibaldi Modica
26 Gennaio 2011
È un trio dal suono raffinato quello formato da Riccardo Del Fra, contrabbassista da anni dimorante in Francia, con Marc Copland al piano e Bill Hart alla batteria. Tre musicisti, tre singolari espressività convogliate con straordinaria sensibilità in un lessico jazzistico che predilige gli standard, caratterizzato da un intenso interplay e da atmosfere estasianti estremamente godibili. Sorprendente è il tratto lirico del contrabbasso di Del Fra nell’esposizione dei temi e l’acume ritmico nello scandaglio dei tempi, che trovano in Hart un interprete indiscutibilmente prezioso e acuto. A completare l’invidiabile equilibrio tra le parti provvede l’esemplare discrezione di Copland, pervasa da sottili umori jarrettiani, che tesse amabilmente trame sonore di puro piano jazz. In apertura di concerto la citazione di un brano di Charles Trenet disegna, almeno in parte, i contorni della proposta del trio, rivelando, se ancora ce ne fosse bisogno, il legame del contrabbassista romano con la cultura musicale transalpina. Poi, dal magico cilindro degli standard, il trio pesca “I’m a fool to want you”, indimenticabile perla del songbook di Billie Holiday, restituita in una interpretazione struggente. Un impennata improvvisa ma tonificante di blues, introdotta da un brano di Copland (“Talkin blues”), muta il clima e predispone ambiti certamente consoni all’aspetto più fluorescente del percussionismo di Hart. Un suo dirompente solo, da lì a poco, lo vede protagonista durante la riproposizione di “A Little Max (Parfait)”, brano tratto dal celebre album "Money Jungle" inciso da Ellington-Mingus e Roach.

Note: Organizzazione Fondazione Teatro Garibaldi

Interpreti: Riccardo Del Fra, Marc Copland e Bill Hart

Se hai letto questa recensione, ti potrebbero interessare anche

jazz

Successo a Parma per l’originale incontro tra Aeham Ahmad e Paolo Fresu al Festival della Lentezza

jazz

Allo Jumeaux Jazz Club di Losanna il quartetto di Émile Parisien in versione elettronica

jazz

La rassegna You Must Believe In Spring con Steve Lehman Sélébéyone, Mariasole De Pascali Fera e Tell Kujira