Mediterraneo in centro

A Genova si è conclusa settembre la ventiduesima edizione del Festival Musicale del Mediterraneo

Stella Chiweshe
Stella Chiweshe
Recensione
world
Festival del Mediterraneo Genova
17 Settembre 2013
Il Festival Musicale del Mediterraneo di Genova per il secondo anno consecutivo ha lasciato la location “storica” ma sovraffollata di eventi del Porto Antico, scegliendo la formula agile di tanti spazi pubblici nei palazzi storici, in un arco che comprende gran parte del centro. Un festival con ventidue anni di anzianità non ha bisogno di stupire con effetti speciali: dopo aver indagato più o meno su quasi tutti gli aspetti del far musica di varie culture - con un occhio di riguardo, naturalmente, per ciò che avviene tra le sponde del mare che mette in comunicazione Europa, Asia e Africa - è tempo di approfondimenti tematici. Riprendendo e riarticolando, anche, situazioni musicali già ascoltate in anni passati. Il titolo di quest'anno era "Estasi e Trance, Sacro e Profano", “musica e danze oltre lo stato ordinario”, come ben scriveva nelle note di presentazione Davide Ferrari di Echo Art. nell'impossibilità di dar conto di sedici concerti spaziati in una settimana di eventi, segnaliamo quantomeno le eccellenze e le rivelazioni. A quest'ultimo campo appartiene il magnifico set della greca Marta Mavroidi, che suona gli antichi liuti greci lafta e saz accompagnandosi con una voce incantatrice, spaziando per tutti i Balcani, e riuscendo anche a funzionare come “one woman band”, grazie a qualche accorgimento elettronico. Un nome da tenere d'occhio. Non sono certo una rivelazione gli Arakne Mediterranea, uno dei gruppi principe della piccola rinascenza della “taranta”, sotto la guida un tempo del compianto Giorgio Di Lecce: sempre trascinanti. E gli anni hanno portato solo saggezza in più alla “musica degli spiriti” della vocalist e suonatrice di mbira dello Zimbabwe Stella Chiweshe.

Note: Locations: Palazzo Rosso, Palazzo Tursi, Palazzo Ducale, Castello D'Albertis, Centro Storico

Interpreti: Arakne Mediterranea, Marta Mavroidi, Stella Chiweshe ed altri

Se hai letto questa recensione, ti potrebbero interessare anche

world

Il trio di Stefano Saletti, Nando Citarella e Pejman Tadayon all'Ethnos Festival

world

Reportage dal Premio Parodi 2019 di Cagliari: ha vinto Fanfara Station, ma la gara conta sempre meno (e meno male)

world

Reportage da Etétrad, il festival valdostano che ogni anno reimmagina la musica tradizionale