Vivaldi senza parrucca

L’edizione 2016 del Festival Monteverdi-Vivaldi a Venezia

News
classica
Presentato il programma dell’edizione 2016 del Festival Monteverdi-Vivaldi curato dal Venice Centre for Baroque Music. In questa edizione i luoghi scelti per gli eventi costituiranno una vera e propria fonte di ispirazione per festival stesso, che uscirà dai confini della città per arrivare, risalendo il corso del Brenta, a Villa Widmann Rezzonico a Mira e a Villa Foscarini Rossi a Stra. Vivaldi sarà il filo conduttore dei nove appuntamenti della rassegna veneziana. Sarà però un Vivaldi “senza parrucca”, a detta degli organizzatori, ossia quello meno eseguito e noto, con una nota polemica verso quelle “Quattro stagioni” che vengono proposte come colonna sonora del turismo di massa oggi a Venezia. Apre la rassegna il prossimo 27 agosto il concerto “Venezia – Napoli” con il soprano Giulia Bolcato accompagnata dal cembalista Nicola Lamon a Palazzo Zorzi. A seguire, il 2 settembre a Palazzo Marin “Veneziani a Würzburg” con il violoncellista Federico Toffano e il cembalista Roberto Loreggian impegnati in un programma ispirato alla passione del conte Rudolf Franz von Schönborn Erwein per la musica veneziana. Palazzo Pisani Moretta ospita il 6 settembre il controtenore Rupert Enticknap in un omaggio al castrato Senesino e il 13 settembre il Contrarco Baroque Ensemble nel programma “Follia e burrasca in Laguna”. Il 20 settembre alle Sale Apollinee del Teatro La Fenice il soprano Lieselot De Wilde propone un programma dedicato ad Arianna da Monteverdi a Berio. La rassegna prosegue il 1 ottobre a Villa Widmann Rezzonico di Mira con l’omaggio dell’oboista Gregorio Carraro e il tiorbista Fabiano Merlante a “Eroi, ninfe, selve e pastori”, il 5 ottobre a Palazzo Zeno con le “Barcarole romantiche” della pianista Caroline Murat e il 12 ottobre a Palazzo Contarini Polignac con un duello fra Benedetto Marcello e Antonio Vivaldi officiato dal soprano Carlotta Gomiero e dal cembalista Nicola Lamon. Conclusione il 20 ottobre a Villa Foscarini Rossi a Stra con il concerto del contraltista Aurelio Schiavoni che propone un programma di cantate vivaldiane. Oltre ai concerti, il “salotto del Festival” ospiterà una serie di incontri con interpreti e studiosi del repertorio barocco con il mezzosoprano Vivica Genaux (30 agosto), il musicologo Olivier Lexa (30 settembre) e il contralto Sara Mingardo (7 ottobre).

s.n.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Al baritono il premio "Diritto alla Musica"

classica

Il musicologo aveva 90 anni

classica

Il compositore aveva 88 anni