Un nuovo sito per il Teatro San Cassiano

Continua la ricerca di un sito adeguato alla ricostruzione dello storico teatro veneziano: l’ultima proposta è rifarlo nel giardino di Palazzo Donà Balbi

News
classica
Palazzo Donà Balbi
Palazzo Donà Balbi

Dopo aver constatato l’impossibilità di una ricostruzione nel probabile sito originale e aver accantonato l’ipotesi di utilizzo del vecchio squero di Sant’Isepo  nel sestiere di Castello, prosegue la ricerca di un sito per il ricostruendo Teatro San Cassiano da parte dell’imprenditore Paul Atkins. L’ultima proposta, avanzata nell’ambito del convegno di studi “Il Teatro Sant'Angelo al tempo di Vivaldi (1700-1740)” tenuto nello scorso novembre presso la Fondazione Cini nell’Isola di San Giorgio, identifica nel giardino retrostante Palazzo Donà Balbi il nuovo sito per la ricostruzione dello storico teatro.

Già sede del Provveditorato agli Studi della provincia di Venezia, lo storico palazzo, che sorge poco lontano dalla stazione ferroviaria nel sestiere di Santa Croce, è stato oggetto di una manifestazione di interesse per la sua acquisizione già nello scorso ottobre da parte della società Teatro San Cassiano Ltd. Secondo le valutazioni di questa società, il progetto dovrebbe portare un investimento complessivo di 60 milioni di euro in cinque anni e dare lavoro a oltre 40 aziende veneziane. Sempre nelle intenzioni della società, una volta a regime il rinato San Cassiano darà lavoro a oltre 200 dipendenti da impiegare nella creazione di costumi, macchinari di scena, scenografie ed effetti speciali barocchi, offrendo anche la possibilità a giovani di un apprendistato nei mestieri del teatro.

Il progetto concreto prevede di integrare la sala teatrale nel retro di Palazzo Donà Balbi, che dovrebbe ospitare nei suoi spazi i servizi necessari al funzionamento del teatro e il centro di studi sul teatro musicale barocco con un centro visitatori, un museo e una biblioteca ma anche un ristorante, uffici e una galleria panoramica sul tetto.

Resta da vedere se, nonostante le buone intenzioni, si creeranno le condizioni per acquisire il palazzo e passare finalmente alla fase esecutiva. L’auspicio della società Teatro San Cassiano Ltd è di rendere il teatro pienamente operativo entro il 2028.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Pesaro: concerti dal balcone della casa natale

classica

Il Festival della Valle d'Itria compie 50 anni

classica

Il 22 febbraio in diretta su Radio3 e il 23 anche in live streaming, in programma il 1° Concerto per pianoforte di Brahms, solista Dmytro Choni