Un concerto per Heifetz in prima mondiale

Il 23 ottobre a Milano con Luciani e Motterle

News
classica
Milano, 23 ottobre 2016: è la data della prima esecuzione mondiale del Concerto per violino e pianoforte n.3 che Mario Castelnuovo -Tedesco scrisse su commissione di Jascha Heifetz. Lo eseguiranno alle 11,30 al MAC (Piazza Tito Lucrezia Caro 1) il violinista Fulvio Luciani e il pianista Massimiliano Motterle nell'ambito del ciclo dedicato alle sonate per violino e pianoforte di Beethoven che stanno realizzando per laVerdi. Nel 1939 Heifetz, come aveva già fatto con Prokofiev, chiese a Castelnuovo-Tedesco un concerto per violino e pianoforte ma che conservasse la "forma concerto": «la linea ampia e fantasiosa, le opportunità virtuosistiche e finanche le cadenze». Al violinista piacquero primo e secondo movimento ma non era convinto del terzo e chiese al compositore di modificarlo, Castelnuovo-Tedesco aggiunse «note e note», ma poi confesso che quello era un pezzo autobiografico e che quindi «non potevo mutare la mia vita». Così il concerto rimasto inedito e non è mai stato eseguito. Gli altri brani in programma per l'appuntamento "Beethoven, l'invenzione della musica 8" sono le 12 variazioni in fa maggiore sopra "Se vuol ballare signor contino" e la Sonata in mi bemolle maggiore op.12 n.3 di Beethoven, Estrellita di Ponce/Heifetz e Jamaican Rumba di Arthur Benjamin. Info: www.fulvioluciani.it

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Presentato a Venezia il programma delle attività culturali e musicali della Fondazione “Giorgio Cini” per il 2019 

classica

Un interessante volume dedicato a Giorgio Strehler e i suoi scenografi

classica

Il direttore milanese non sarà a Lipsia e a Baden-Baden per l’Otello di Verdi al Festival di Pasqua