Rai5: riparte "Petruška"

Da sabato 5 ottobre la nuova serie, sempre condotta da Michele dall'Ongaro

News
classica
Prende il via la terza edizione di "Petruška", la trasmissione di Rai5 dedicata alla musica classica e sinfonica, in onda il sabato alle 10.20, a partire dal 5 ottobre. Il compositore Michele dall'Ongaro incontra personaggi e ospiti, propone filmati e suoni legati a un autore, a una scuola, a un'opera, a un periodo o a un determinato Paese. Durante la trasmissione, inoltre, si "leggono" le partiture, si esplorano i segreti dei compositori, degli strumenti e del loro linguaggio, e si incrociano le opere musicali con le esperienze di artisti, intellettuali e professionisti. Novità di questa terza edizione poi, sono i ritratti di alcuni tra giovani musicisti italiani più affermati di oggi che raccontano la loro vita, la musica e il rapporto con i loro strumenti. Scenario e sfondo di questi incontri è la città di Torino, con i suoi spazi, i monumenti, i giardini, le terrazze, i musei, i locali, i vicoli e le piazze. Una città che si fa palcoscenico di questo viaggio musicale, grazie al lavoro del Centro di Produzione Tv della Rai di Torino. Protagonista del programma - scritto con Paolo Cairoli e la regia Ariella Beddini - anche l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai coni suoi musicisti, che raccontano i segreti dei loro strumenti.
La prima puntata è dedicata alla Quinta Sinfonia di Ludwig van Beethoven: con dall'Ongaro il primo oboe dell'Orchestra Rai Carlo Romano e il designer Marco Rainò.
Dopo la puntata di Petruška Rai5 trasmetterà la Sinfonia n. 5 in do minore op. 67 con i Berliner Philharmoniker diretti da Claudio Abbado e il Concerto n. 5 in mi bemolle maggiore op. 73 per pianoforte e orchestra con András Schiff nella doppia veste di pianista e direttore dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. In allegato alcune immagini di Michele dall'Ongaro sul set della trasmissione.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Presentato a Venezia il programma delle attività culturali e musicali della Fondazione “Giorgio Cini” per il 2019 

classica

Un interessante volume dedicato a Giorgio Strehler e i suoi scenografi

classica

Il direttore milanese non sarà a Lipsia e a Baden-Baden per l’Otello di Verdi al Festival di Pasqua