Michieletto e il Teatro La Fenice insieme per la Protezione Civile 

Il regista intervista musicisti e registi, ogni giorno sul canale Instagram del teatro veneziano, per sostenere la Protezione civile 

News
classica
Damiano Michieletto (foto di Stefano Guindani)
Damiano Michieletto (foto di Stefano Guindani)

Al via da lunedì 30 marzo l’iniziativa benefica La Fenice & Friends for Italy promossa dal Teatro La Fenice con il regista veneziano Damiano Michieletto. Lo scopo è esprimere manifestare concretamente la solidarietà del teatro in una fase molto difficile per il paese e raccogliere fondi da destinare alla Protezione civile attraverso la piattaforma GoFundMe

La vedova allegra va in banca: Michieletto all'operetta

Ogni giorno alle ore 18.00 il profilo Instagram del Teatro La Fenice ospiterà una diretta condotta da Damiano Michieletto in dialogo con vari artisti collegati tramite il proprio profilo Instagram. Il primo degli incontri previsti sarà con il pianista Igor Levit. Hanno già dato la loro adesione al progetto il violoncellista Mario Brunello, il percussionista Simone Rubino, i soprani Lisette Oropesa e Carmela Remigio, il baritono Luca Salsi, l’organista Cameron Carpenter e la coppia di premi Oscar Joel Coen e Frances McDormand.

Il calendario degli incontri sarà annunciato nel sito del teatro. Ogni intervista avrà una durata di circa 15 minuti e comprenderà anche esecuzione di brevi brani musicali o letture di testi. I video resteranno a disposizione nella pagina Facebook del Teatro La Fenice. L’auspicio del teatro è di raggiungere il più elevato numero di spettatori attraverso le condivisioni tramite le piattaforme social per il successo della campagna di raccolta fondi destinati alla Protezione civile. 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Dopo la grave malattia che l’aveva costretta alla sospensione dalla direzione artistica del festival wagneriano, è stato annunciato il suo ritorno dal 21 settembre

classica

Allo Sperimentale di Spoleto un Rigoletto portato in scena come una spietata partita a scacchi, che offre anche la soluzione per rispettare le norme contro il contagio

classica

Schwarz rimane come direttore artistico