Il San Carlo annuncia i suoi programmi per la primavera e l’estate

Opere, concerti e balletti divisi tra il teatro e piazza del Plebiscito, con titoli popolari e star di grande richiamo, come Carmen con Elina Garanča e Trovatore con Anna Netrebko

News
classica
Il San Carlo di Napoli
Il San Carlo di Napoli

Chi prima, chi dopo, le fondazioni lirico-sinfoniche italiane stanno ripartendo. il Teatro San Carlo di Napoli si differenzia dalla gran parte degli altri teatri italiani per non essersi limitato ad annunciare qualche spettacolo o concerto isolato per i prossimi giorni ma per aver invece presentato un programma completo fino al 31 luglio, cioè fino alla pausa estiva. Si può ben dire che sia una programmazione che guarda fiduciosamente in avanti, perché la Campania è tornata in zona gialla, ma, a quel che si legge sui giornali, è ancora in bilico con la zona rossa. D’altronde i tempi impongono di avere un po’ di coraggio e di non farsi paralizzare dal timore di quel che potrebbe succedere nel prossimo futuro.

Il teatro napoletano riaprirà dunque le porte al pubblico il 14 maggio con La Traviata,in forma semiscenica (regia di Marina Bianchi) ma con gli stessi interpreti annunciati nel giugno scorso, quando fu presentato il programma per la stagione 2020/2021: sembrava allora che la pandemia fosse ormai superata. Nei ruoli di Violetta e Alfredo si alterneranno rispettivamente Ailyn Pérez e Aleksandra Kurzak, Leonardo Caimi e Ivan Magrì, mentre George Gagnidze interpreterà Giorgio Germont. Sul podio Karel Mark Chicon. Le repliche proseguiranno fino al 23.

Seguiranno alcuni concerti. Quelli del 29 maggio e del 5 giugno saranno diretti rispettivamente da Juraj Valčuha (Sibelius e Webern) e dal nuovo maestro del coro Josè Luis Basso (Carmina Burana  di Orff). Il 6 il duo violino-pianoforte formato da Renaud Capuçon e Guillaume Bellom interpreterà musiche francesi.

Questa stagione estiva culminerà con Regione Lirica, che, come la scora estate, porterà in Piazza del Plebiscito alcuni big della lirica in opere di grande repertorio eseguite in forma di concerto. Il 25 e 27 giugno Elina Garanča, Jean-François Borras, Mattia Olivieri e Selene Zanetti saranno i protagonisti di Carmen, diretta da Dan Ettinger. Il 15 e 17 luglio Juraj Valčuha dirigerà Il Trovatore  con la “divina” Anna Netrebko, circondata da partner di tutto rispetto, quali Anita Rachvelishvili, Yusif Eyvazov, Luca Salsi e Andrea Mastroni. Non mancherà il balletto, con lo spettacolo Da Petipa a Nureyev, a cura di Clotilde Vayer, nuova direttrice del corpo di ballo del teatro napoletano (4 luglio). L’ultimo appuntamento nella grande piazza di fronte al Palazzo Reale sarà il 7 luglio per un concerto diretto da Valčuha (Khachaturian e Prokof’ev).

Ma non si chiude qui, perché dal 23 al 31 luglio si tornerà al San Carlo per un’opera eseguita infine in forma scenica: l’Elisir d’amore  sarà infatti rappresentato nella nota edizione di Damiano Michieletto, che ambienta l’opera di Donizetti un un moderno stabilimento balneare. Riccardo Frizza farà il suo debutto sul podio del teatro napoletano e il cast si annuncia di ottimo livello: Rosa Feola, Xabier Anduaga, Gabriele Viviani e Nicola Alaimo.

 

 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Puccini Academy è il laboratorio formativo della Fondazione Festival Pucciniano per giovani musicisti

classica

Al termine del concerto dei Wiener le sgradevoli parole di Muti verso il direttore scaligero

classica

Il Teatro Miela di Trieste festeggia con la rassegna Satierose