I colori dell'Unione Musicale

Torino: tante voci e molta attenzione per il pubblico del futuro

News
classica
Pensa anche al pubblico di domani l'Unione Musicale di Torino che ingloba nel suo cartellone tradizionale anche le attività (laboratori, concerti, spettacoli...) riservate ai più piccoli e alle loro famiglie (Ateliebebè, Noteingioco, Raccontami una nota) che si svolgono al Teatro Vittoria. Aprono la stagione, il 12 ottobre al Conservatorio Verdi, le sorelle Labéque con Stravinski, Ravel, Bernstein e poi il filone "grandi interpreti" propone Schiff, Pires, Kavakos, Wang, Accardo, Maisky, Bell, Carmagnola, Brunello, Sokolov. C'è molta attenzione alla voce con Anna Caterina Antonacci (nella foto) con La voix humaine di Poulenc, Il corno meraviglioso del fanciullo, spettacolo su musiche di Mahler con le giovani voci del Conservatorio Verdi di Milan, la regia di Laura Cosso e l'immaginario visivo di Controluce Teatro d'Ombre, Bostridge per Britten , Regula Muhlemann (con la Kammerorchester Basel diretta da Umberto Benedetti Michelangeli) per Mozart, mentre prosegue la "Schubertiade" che sta proponendo l'integrale dei Lieder schubertiani. Poi molto spazio al Mozart cameristico , un omaggio a Boulez con Le marteau sans martire e l'orchestra senza direttore Spira Mirabilis che esegue e "smonta" la Quarta sinfonia di Brahms.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

La rivista americana pubblica i nomi dei migliori musicisti dell’anno 

classica

A Laulasmaa apre il centro con l’archivio del compositore estone e spazi di incontro per studiosi e appassionati

classica

Il direttore greco assumerà la direzione artistica dal 2021 in sostituzione di Laurence Cummings