Con Beethoven verso le Olimpiadi del 2026

Dal 15 al 19 dicembre a Treviso, Legnago e Cortina d’Ampezzo tre concerti diretti da Donato Renzetti | IN COLLABORAZIONE CON MUSINCANTUS

News
classica
Olimpo Beethoven 2021

Sulla scia del 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven, celebrato nel 2020, e in vista delle Olimpiadi del 2026, si avvia mercoledì 15 dicembre Nell’Olimpo di Beethoven, nuovo progetto pluriennale ospitato nell’ambito della stagione CortinAteatro e nato dalla collaborazione tra l’associazione culturale trevigiana Musincantus, il maestro Donato Renzetti con il progetto Obiettivo orchestra della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, il Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni e l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta e la Filarmonica TRTTeatro Regio Torino.

Nell’Olimpo di Beethoven prende quindi avvio con tre concerti accolti rispettivamente dal Teatro Comunale Mario del Monaco di Treviso (15/12), dal Teatro Salieri di Legnago (Verona, 18/12) e l’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo (19/12), che vedono protagonista Jae Hong Park, vincitore del 63° Concorso Pianistico Internazionale, il direttore d’orchestra Donato Renzetti e l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta.

«Il progetto Nell’Olimpo di Beethoven – spiega lo stesso direttore d’orchestra Donato Renzetti – mi è piaciuto subito moltissimo perché si rivolge ai giovani, i solisti che vinceranno il Concorso Busoni e i migliori allievi di direzione d’orchestra della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. Partire da Treviso ha poi per me un significato particolare, sono molto legato alla città e al Teatro Comunale, dove ho diretto molte volte».

L’idea sulla quale si fonda il progetto è quella di creare attraverso l’esecuzione integrale dei concerti per strumento di Beethoven un percorso che culmini nell’anno olimpico 2026: i virtuosi del pianoforte e orchestra come i campioni sportivi, il direttore d’orchestra come l’allenatore del team.

L’iniziativa è patrocinata dal Ministero della Cultura, dalla Regione Veneto e dalle provincie di Treviso e Belluno.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Protagonista di un concerto tenuto lo scorso 14 gennaio, Lyniv nel 2022 dirigerà le opere Iolanta e Andrea Chénier, oltre a tre concerti sinfonici.

classica

Il chitarrista, saggista e didatta è scomparso a Vercelli il 14 gennaio all’età di 80 anni

classica

A Padova due concerti dell’Orchestra di Padova e del Veneto diretti da Marco Angius per la seconda serie di “Migrazioni” su Rai5