Beatrice Rana direttrice artistica a Benevento

La giovane star del pianoforte è stata chiamata alla direzione artistica dell’ancor più giovane Orchestra Filarmonica di Benevento: nomina condivisa e approvata dal direttore onorario Antonio Pappano

News
classica
Beatrice Rana
Beatrice Rana

La direzione artistica dell’Orchestra Filarmonica di Benevento ha un volto nuovo; sarà infatti Beatrice Rana a ricoprirne la carica per i prossimi quattro anni. La giovane e già affermata pianista pugliese ha subito conquistato il pubblico in occasione del concerto dello scorso 12 luglio presso il Teatro Romano della città campana, eseguendo insieme al direttore Carlo Rizzari e all’orchestra il Concerto n. 3 di Beethoven.

Tale scelta è stata apprezzata e sostenuta anche da Sir Antonio Pappano, direttore onorario dell’orchestra. E il direttore anglo-italiano conosce bene Beatrice Rana, poiché hanno suonato spesso insieme all'Accademia di Santa Cecilia e con l'orchestra romana sono anche andati in tournée e hanno inciso il secondo Concerto di Prokof'ev e il primo di Ciajkovskij: questo cd è stato accolto con grande favore dal pubblico e ha ricevuto ottimi giudizi e premi prestigiosi da parte della critica internazionale.

Ma la Rana ad appena ventisette anni d'età non soltanto si è conquistata la fama di uno dei più bei talenti del pianoforte della giovane generazione ma si è fatta anche una buona esperienza come direttrice artistica, organizzando il festival Classiche Forme, da lei fondato nella sua terra, il Salento, che in pochi anni si è affermato come uno dei più vivaci e interessanti festival di musica da camera italiani.

«Sono estremamente felice e onorata – ha dichiarato Beatrice Rana – di intraprendere questo nuovo percorso con l’Orchestra Filarmonica di Benevento. Abbiamo collaborato insieme per la prima volta lo scorso luglio e sono stata da subito colpita dal grande entusiasmo e dalla forte voglia di crescita artistica dei suoi musicisti. Sono sicura che insieme riusciremo a creare momenti di bellezza musicale sempre più significativi per il territorio campano, e non solo, e che sempre più persone nel pubblico si innamoreranno della nostra visione artistica».

 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Stasera concerto vocale al posto di Aida

classica

Meli è indisposto, al suo posto arriva Kaufmann

classica

Dal 20 al 23 ottobre a Macerata torna la rassegna di Nuova Musica