Angel City Chorale per l’Estate Fiesolana

Il 28 giugno l'Angel City Chorale protagonista alla 76ª edizione dell’Estate Fiesolana | IN COLLABORAZIONE CON ANGEL CITY CHORALE

News
classica
Angel City Chorale
Angel City Chorale

Mercoledì 28 giugno 2023 (ore 21.15) l'Angel City Chorale (ACC) si esibirà al Teatro Romano quale formazione ospite della 76ª Estate Fiesolana, il più antico festival all'aperto d'Italia, con la direzione di Sue Fink, cantautrice, fondatrice e direttrice artistica dell'ACC che in quest'occasione festeggia il 30esimo anno di attività della sua compagine corale.

L'ACC, formazione statunitense proveniente dalla città di Los Angeles, California, proporrà al pubblico dell’Estate Fiesolana un programma di capolavori della musica per film, jazz, folk, gospel e pop. La performance fiesolana si aprirà infatti con il Tema d'amore da Nuovo Cinema Paradiso, omaggio all'Italia con la celebre pellicola del 1988 del regista Giuseppe Tornatore, colonna sonora di Ennio Morricone, Premio Oscar e Golden Globe del 1990.

Da Morricone a Sam Cooke con A change is gonna come, composizione del 1964 divenuta l'inno del movimento per i diritti civili degli afroamericani. I due canti spirituals americani del XIX secolo, Wayfaring stranger e Soon Ah will be done, incorniciano la Samba do Avião di Antȏnio Carlos Jobin, brano scritto da Jobin per il film italiano del 1962 titolato Copacabana Palace, nel quale si descrive l'atterraggio aereo al "Galeão" di Rio de Janeiro, l'aeroporto brasiliano a lui intitolato nel 1999 ed ora chiamato Aeroporto Internazionale Rio de Janeiro-Antonio Carlos Jobim.

Sue Fink, Direttore dell'Angel City Chorale
Sue Fink, Direttore dell'Angel City Chorale

Seguono i capolavori di Christopher Tin che hanno esaltato le potenzialità vocali di questo grandioso ensemble, Sogno di volare e Baba Yetu, entrambi scritti nel 1976, il primo quale ricerca dell'umanità nella conquista del cielo per il videogioco Civilization VI, il secondo trasposizione della preghiera 'Padre nostro' in lingua swahili per Civilization IV. Night di Morton Lauridsen, Freedom Medley contenente brani di diversi autori contemporanei inni di libertà e Bye and Bye di Tindley anticipano Africa scritto dal tastierista e vocalist David Paich e dal batterista Jeff Porcaro della band rock Toto.

L'ACC è costituito da 160 cantanti che si esibiscono nelle più prestigiose sale statunitensi, dalla Carnegie Hall alla Walt Disney Concert Hall, semifinalista della 13ª edizione di America's Got Talent, nel 2018, con la loro cover virale Africa di Toto che conta oltre 17 milioni di visualizzazioni YouTube.  La missione dell'ACC è condensata nel suo programma annuale Tour of Hope che mira a costruire una comunità con una canzone dopo l'altra, a fianco di grandi solisti quali Michael Boublè, Monica Mancini, Dianne Reevers, Luther Vandross, Stevie Wonder.

Prestigiose le loro collaborazioni: con la Royal Philharmonic Orchestra, negli Abbey Road Studios, hanno registrato la colonna sonora del videogioco Civilization VI, titolata Sogno di Volare composta da Christopher Tin e, sempre a fianco del compositore Tin, hanno vinto il Grammy Award per l'esecuzione in prima mondiale del brano classico Calling All Dawns.

La serata fiesolana del 28 giugno, ad ingresso libero, vedrà l'ACC esibirsi accompagnato dai tastieristi statunitensi Mark McCormick e Gordon Glor, dal bassista e dal batterista italiani Lello Gnesutta e Francesco Inverno.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Undici concerti distribuiti in quattro weekend nel Forum Fondazione Bertarelli

classica

Per il prossimo “Flauto magico” assegnati sei su dieci ruoli in concorso ma non si trovano i candidati per Papageno, Sarastro, Monostatos e Regina della Notte

classica

Per il gran finale del Festival, all’Auditorium del Museo Piaggio otto pianisti si sfidano in prove diversificate, rievocando i leggendari duelli dei grandi compositori della storia.