All'Olimpico tutti suoni delle Settimane

Le Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza dal 22 maggio

News
classica
Sonig Tchakerian - Foto di Raffaele Paolucci
Sonig Tchakerian - Foto di Raffaele Paolucci

La trentunesima edizione delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza si svolgerà dal 22 maggio al 12 giugno. Il titolo della rassegna è "Prima il silenzio, poi il suono, o la parola". 

Sonig Tchakerian, direttrice artistica del  Festival spiega:«Il mistero del silenzio, dell’attesa, quando si rivela in suono e in parola, in uno spazio unico al mondo come il Teatro Olimpico di Vicenza diventa il segno della programmazione del Festival per il triennio 2022-2024, che si svolge nella direzione tracciata dalla nostra tradizione: grande qualità artistica degli interpreti, innovatività delle scelte musicali e musicologiche spaziando dalla musica da camera all’improvvisazione jazz, alla prosa, alle prime esecuzioni, alla valorizzazione dei talenti emergenti, ad una interazione con il pubblico con innovative iniziative di comunicazione e condivisione dello spettacolo».

Il 22 maggio tutta Vicenza per Mu.Vi. – Musica.Vicenza diventerà un palcoscenico musicale con vari appuntamenti in diverse zone della città.

Il 27 maggio a Palazzo Chiericati suona il pianista Kostandin Tashko, vincitore del X Premio Brunelli 2021.

Sempre a Palazzo Chiericati il 29 maggio, matinée, c'è Lucrezia romana, il femminicidio nell’arte con Giulia Bolcato, soprano, Federico Toffano, violoncello, Alberto Maron, clavicembalo e Sara Danese, storica dell’arte: un progetto che vede la musica in dialogo con la pittura con i dipinti del Padovanino e brani di Barbara Strozzi, Georg Federich Händel e l’esecuzione, in prima assoluta, di Quasi una voce di Delilah Gutman. La sera dello stesso giorno al Teatro Olimpico il vincitore del Premio Paganini 2021, il violinista Giuseppe Gibboni suona con l’Orchestra di Padova e del Veneto.

Il 3 giugno Qualcosa di sacro rende omaggio a Pier Paolo Pasolini con Giuliana Musso, voce recitante, Sonig Tchakerian, violino e Giovanni Sollima, violoncello. Lo spettacolo propone la lettura di testi dai libri di Pasolini e citazioni tratte dai saggi critici dedicati al grande scrittore e intellettuale su musiche di Johann Sebastian Bach e di Giovanni Sollima. In programma anche il compositore armeno Tigran Mansurian di cui verrà presentato un brano per violino solo in prima esecuzione assoluta.

Tutto il programma  delle Settimane qui.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Dal 16 al 31 luglio la 47ma edizione con la nuova direzione artistica di Mauro Montalbetti

classica

Il programma della nuova edizione del festival toscano presentato dal direttore artistico Maurizio Baglini

classica

26 al 29 maggio a Parma la XXII edizione con concerti, tra gli altri, di Manuel Barrueco e David Russell, oltre alla promozione dei giovani talenti