Al via il Paganini Guitar Festival 2021

Dal 27 al 30 maggio a Parma la XXI edizione della manifestazione dedicata quest’anno ad Astor Piazzolla

News
classica
Balkan Duo
Balkan Duo

Sulla scia dell’entusiasmo generato dal ritorno della musica dal vivo, la XXI edizione del Paganini Guitar Festival si appresta ad avviare un articolato cartellone che, tra il 27 e il 30 maggio, ravviverà diversi luoghi della città di Parma con un programma musicale dedicato ad Astor Piazzolla.

La rassegna, organizzata dalla Società dei Concerti di Parma in collaborazione con il Comune di Parma-Casa della Musica, è intestata alla figura di Niccolò Paganini (Genova 1782 - Nizza 1840), leggendario violinista ma che anche valente virtuoso delle sei corde, le cui spoglie sono sepolte a Parma: non è dunque un caso che la città emiliana gli dedichi ormai da anni un festival chitarristico, che invita ad indagare un versante ancora poco noto della sua biografia e della sua arte.

Se la precedente edizione della rassegna si era svolta online (peraltro con migliaia di visualizzazioni e interazioni) a causa delle note restrizioni imposte dal Covid-19, quest’anno il festival tornerà ad accogliere il pubblico in presenza, nel rispetto delle normative sanitarie.

«Siamo felici di poter finalmente riportare il pubblico in teatro e in sala da concerto», ha dichairato Davide Battistini, presidente della Società dei Concerti di Parma. «Nei mesi scorsi di fronte all’emergenza ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo proseguito l’attività attraverso gli strumenti di comunicazione offerti dal web, ottenendo riscontri importanti e significativi, ma nulla può sostituire le emozioni che soltanto un concerto dal vivo può regalare».

Il direttore artistico Giampaolo Bandini evidenzia come: «questa edizione del Paganini Guitar Festival è dedicata ad Astor Piazzolla e tutti gli artisti ospiti eseguiranno almeno un brano del grande compositore argentino, di cui quest’anno si celebra in tutto il mondo il centenario. Al centro del festival c’è sempre il genio di Paganini – anche con la presentazione del romanzo storico a lui ispirato – e c’è sempre la chitarra, lo strumento che lui tanto amava, a cui sono dedicate due mostre di liuteria. Spazio anche ai giovani di talento con un concorso internazionale aperto ai solisti e ai gruppi da camera».

Il primo concerto del festival è previsto nel giorno dell’anniversario della morte di Paganini, giovedì 27 maggio 2021 al Teatro Farnese: sul palco tre concertisti italiani quali il violinista Francesco Manara e il violoncellista Massimo Polidori (entrambi Prime parti dell’Orchestra Sinfonica del Teatro alla Scala di Milano) al fianco del chitarrista e fondatore del festival Giampaolo Bandini.

Il cartellone prosegue venerdì 28 maggio nella Sala Concerti della Casa della Musica con un doppio récital chitarristico che vede protagonisti Marco Caiazza – solista e vincitore di concorsi e di riconoscimenti tra i quali il premio “Chitarra d’oro” -, e Massimo Felici, definito dalla rivista American Record Guide “uno dei migliori chitarristi europei”.

Sabato 29 maggio, sempre alla Casa della Musica, saranno di scena due giovani chitarriste della nuova generazione: la grossetana Carlotta Dalia e la virtuosa australiana Stephanie Jones, mentre l’appuntamento finale è per domenica 30 maggio nel Ridotto del Teatro Regio di Parma con un artista del calibro di Aniello Desiderio, virtuoso napoletano regolarmente invitato in teatri quali la Carnegie Hall di New York o la Konzerthaus di Vienna.

Completano il programma del festival diversi eventi collaterali e l’iniziativa Paganini on the road, appendice al cartellone principale che propone due concerti-evento: 21 maggio all’Auditorium di APE Parma Museo si terrà un concerto del Balkan Duo composto da Anamaria Trifanov, violino, e Irem Gümüsgöz, chitarra, talentuose interpreti che si sono formate al Conservatorio di Parma.

Giovedì 3 giugno alla Casa della Musica si esibirà il solista o il gruppo da camera che sarà stato proclamato vincitore del Premio “Omaggio a Niccolò Paganini” 2021, in un concerto dedicato alla memoria di Vincenzo Raffaele Segreto, indimenticato critico musicale della Gazzetta di Parma.

Per informazioni: www.paganinifestival.com.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Al musicologo il premio della IMS (International Musicological Society)

classica

I tre vincitori Giulia Mazzola, Matteo Guerzè e Adolfo Corrado debutteranno nel Don Pasquale in programma a Bassano Opera Estate e nei teatri di Treviso, Padova e Rovigo nella prossima stagione

classica

L’attuale sovraintendente dell’Opera di Graz prenderà la guida della Semperoper di Dresda dalla stagione 2024/25