Le canzoni di Desprez

L'Ensemble Clément Janequin alle prese con il settimo libro di Josquin Desprez

Ensemble Clément Janequin Desprez: Septiesme livre de chansons
Disco
classica
Ensemble Clément Janequin
Desprez: Septiesme livre de chansons
Ricercar
2020

La fama di Josquin Desprez si prolungò ben oltre la sua morte, avvenuta nel 1521, e la pubblicazione nel 1545 di Le Septiesme Livre contenant Vingt & quatre chansons a cincq et a six parties, composees par feu de bonne memoire & tresexcellent en musicque Iosquin Des Prez, avec troix Epitaphes dudict Iosquin, composez par divers aucteurs è una delle prove del più che meritato prestigio del compositore franco fiammingo. Il libro venne stampato da Tylman Susato ad Anversa e fa parte di una lunga serie di antologie di chanson, in parte dedicate a singoli autori e in parte miscellanee di un genere rinnovato anche in virtù della sua diffusione attraverso lo sviluppo dell’editoria musicale.

– Leggi anche: Josquinology (1919-2017): la monumentale edizione critica di Josquin Desprez

Il carattere delle chanson contenute nel libro è vario e corrisponde alle tipologie che nell’opera di Josquin divennero emblematiche del suo temperamento artistico incline a tratti di sfrontata allegria, dai risvolti erotici di Allegez moy al clima giocoso di Petite camusette, e di profonda malinconia nel solco dei numerosi versi dedicati al tema del "regret". Nella raccolta compaiono anche gli epitaffi annunciati nel suo lungo titolo, come Musae Jovis di Nicolas Gombert e O mors inevitabilis di Hieronymus Vinders, attraverso i quali si lamenta in tono elegiaco la scomparsa del "principe dei musicisti".

Come suggerito dalle altre antologie di questo tipo della stessa epoca, la presenza di quinta & sexta pars offre la possibilità di un accompagnamento strumentale che in questa registrazione è affidato al liuto, o alla spinetta o ancora all’organo portativo.

Forte della sua grande esperienza, l’Ensemble Clément Janequin fondato nel 1978 da Dominique Visse, interpreta con grande eleganza e maestria queste chanson che nell’anno delle celebrazioni del quinto centenario della scomparsa di Josquin ci ricordano lo straordinario talento del musico oltremontano.

Se hai letto questa recensione, ti potrebbero interessare anche

classica

I ritratti di Alejandro Fasanini

Le dediche delle Sonatas para Vivir di Alejandro Fasanini, con il pianoforte di  Daniela Ferrati

Lucia Fava
classica

Il talento madrigalistico del giovane Monteverdi

Il Concerto Italiano di Rinaldo Alessandrini incide il terzo libro dei madrigali di Monteverdi

Paolo Scarnecchia
classica

Hosakawa, Mozart tra i fiori di loto

Lotus under the Moonlight di Hosakawa e il Concerto K 488 di Mozart interpretati da Momo Kodama per ECM New Series

Alessandro Rigolli