Bellini torna a Catania

I Capuleti e Montecchi nell'ambito delle iniziative belliniane

Recensione
classica
Teatro Massimo V. Bellini Catania
Vincenzo Bellini
31 Ottobre 2014
Con un allestimento di I Capuleti e i Montecchi, è ripresa l’attività lirica del Teatro Massimo Bellini per questo scorcio d’anno: confermando, ove ce ne fosse bisogno, che – nonostante le difficoltà – la faticosa ma encomiabile tenuta artistica del Teatro (di un Teatro) è anzitutto nelle mani dei suoi complessi stabili. L’Orchestra e il Coro (maschile), ben guidati da Fabrizio M. Carminati, sono stati in effetti l’elemento positivo di spicco della realizzazione, con un suono morbido ma ben scolpito, entro il quale si sono distinti i non pochi e impegnativi soli della partitura, risolti assai brillantemente e con menzione speciale per il corno e per l’arpa. Tra i solisti in scena, ottima prova hanno fornito i due protagonisti maschili, Shalva Mukeria (Tebado) e Maurizio Muscolino (Capellio), precisi, voce ben timbrata, fraseggio ben disegnato e parola ben valorizzata; un gradino sotto, seppur professionali, le protagoniste femminili: Rosanna Savoia è una Giulietta sostanzialmente corretta, ma forse scolastica, vocalmente ed espressivamente un po’ sottotono; più incisiva, in Romeo, Elena Belfiore, ma eccessiva col vibrato nel primo atto; il personaggio di Lorenzo, cantato da Daniele Bartolini, avrebbe meritato più cura della sua apparente comprimarietà. I patemi del Teatro si sono avvertiti più nella regia firmata da Ezio Donato, onesta – e capace quindi di dar spazio alle gemme musicali della partitura – laddove si limitava allo stretto indispensabile, zoppicante quando tentava animazioni sceniche che son sembrate disorganiche e comunque più adatte al comico che al tragico; il pubblico stesso, per un’opera dell’idolatrato concittadino, si poteva attendere più nutrito, e meno perplesso di fronte a un normale ruolo en travesti.

Interpreti: Capellio: Maurizio Muscolino Giulietta: Rosanna Savoia - Barbara Bargnesi Romeo: Elena Belfiore - Loredana Megna Tebaldo: Shalva Mukeria - Jesus Leon Lorenzo: Daniele Bartolini Uno scudiero: Luca Iacono Una dama: Lucia Portale

Regia: Ezio Donato

Scene: Salvatore Tropea

Costumi: Dora Argento

Orchestra: Orchestra e Tecnici del Teatro Massimo Bellini

Direttore: Fabrizio Maria Carminati

Coro: Coro del Teatro Massimo Bellini

Maestro Coro: Gaetano Costa

Luci: Salvatore Da Campo

Se hai letto questa recensione, ti potrebbero interessare anche

classica

Duro e poetico l’allestimento firmato Deborah Warner

classica

Mariangela Vacatello ha accostato il compositore russo a Chopin, Liszt e Debussy

classica

Un bel concerto al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino con Federico Maria Sardelli sul podio per l’avvio delle attività del neonato Istituto Giovanni Battista Lulli.