Thielemann vuole un chiarimento

Al Festival di Pasqua di Salisburgo, il sovrintendente designato Nikolaus Bachler rigetta i suoi piani e scoppia un conflitto di competenze

News
classica
Christian Thielemann
Christian Thielemann

Erano in molti a ritenere che sarebbe stata molto complicata la coabitazione fra l’attuale direttore artistico del Festival di Pasqua a Salisburgo, Christian Thielemann, e il sovrintendente fresco di nomina, Nikolaus Bachler. E il conflitto è già scoppiato, prima ancora che Bachler abbia assunto le sue funzioni, formalmente dal 1 luglio 2020 come successore di Peter Ruzicka. Il motivo è il rigetto da parte di Bachler della proposta di Thielemann di allestire Lohengrin nel 2022 e Elektra nel 2023, entrambi con cast stellari, senza fornire dettagli sufficienti e di fatto impedendo di procedere con la firma dei contratti agli artisti.

In una lettera al Consiglio di Amministrazione del Festival pubblicata ieri dal quotidiano austriaco Salzburger Nachrichten, Thielemann sollecita un chiarimento sui poteri del direttore artistico del Festival di Pasqua e un impegno vincolante a far rispettare a ognuna delle parti in causa i rispettivi obblighi e responsabilità in materia artistica. Se Nikolaus Bachler rigetta i suoi progetti e quindi limita di fatto i suoi poteri di direttore artistico, si interroga Thielemann, significa che è di fatto direttore artistico? “La direzione artistica di un festival presuppone che tutte le decisioni essenziali del programma siano prese dal direttore artistico” scrive Thielemann, “Il suo progetto artistico e la sua identità si riflettono in tale responsabilità”.

Già lo scorso aprile Christian Thielemann, alla direzione artistica del Festival di Pasqua dal 2013 e in scadenza nel 2022, aveva annunciato di escludere qualsiasi forma di collaborazione con Nikolaus Bachler, sovrintendente in scadenza dell’Opera di Stato Bavarese di Monaco, promettendo di fornire maggiori dettagli in merito in una futura occasione. L’occasione sembra adesso arrivata.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Inizieranno il 18 settembre i concerti di Bologna Festival all’Oratorio di San Filippo Neri 

classica

Il direttore d’orchestra italiano sostituirà dalla stagione 2021/22 Andrew Davis direttore musicale della Lyric Opera da vent’anni 

classica

Cinque concerti al Teatro di Villa Torlonia a Roma come preludio alle celebrazioni beethoveniane del 2020