Shlomo Mintz per l’Accademia Ducale

Il 14 settembre Shlomo Mintz propone pagine di Beethoven con l’Ensemble Accademia Ducale

News
classica
Shlomo Mintz (foto Marcin Szpądrowski)
Shlomo Mintz (foto Marcin Szpądrowski)

Il prossimo mercoledì 14 settembre l’Accademia Ducale centro studi musicali ospiterà a Potenza, presso il Teatro F. Stabile, il violinista Shlomo Mintz affiancato dall’Ensemble Accademia Ducale in un concerto che prevede l’esecuzione della riduzione per ensemble da camera del Concerto per violino in Re maggiore op. 61, di Ludwig van Beethoven, a cura di Giovanni Claudio Traversi, compositore e membro della SIMC – Società Italiana di Musica Contemporanea.

Il concerto, diretto da Simone Genuini, fondatore e direttore della Juniorchestra dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, si aprirà inoltre con l’esecuzione di una prima assoluta: la riduzione per ensemble da camera dell’Ouverture Macbeth di Ludwig van Beethoven, a cura dello stesso Giovanni Claudio Traversi. La riduzione che sarà eseguita dall’Ensemble Accademia Ducale, ha preso spunto dalla versione di Roberto Diem Tigani, compositore e direttore d’orchestra, il quale ha lavorato sulla versione di Albert Willem Holsbergen, apportando alcuni miglioramenti. Queste informazioni sono state fornite dal Centro Ricerche Musicali LvBeethoven.it, Catalogo Biamonti (454) con il quale l’Accademia Ducale centro studi musicali ha stretto una collaborazione, grazie alla quale sarà possibile proporre, nel corso degli anni, dei concerti in prima assoluta presentando al pubblico degli inediti del grande compositore.

Shlomo Mintz (foto Andrei Birjukov)
Shlomo Mintz (foto Andrei Birjukov)

L’evento rientra nel cartellone della Stagione concertistica “I nuovi fiori dell’Accademia” dell’Accademia Ducale centro studi musicali, che ha ottenuto il riconoscimento del Ministero della Cultura – Direzione Generale Spettacolo per il triennio 2022-2024.

La Stagione, con la direzione artistica di Giuseppe D’Amico ed Erminia Nigro come responsabile della produzione, è stata inaugurata ad Assisi, nell’antico Refettorietto del Convento della Porziuncola, il 19 agosto 2022, con la quarta edizione della rassegna di musica sacra Sursum corda,  che quest’anno trattava del tema dell’amore, nella sua veste sacra e profana, alla presenza del custode della Porziuncola, Padre Massimo Travascio e di Padre Armando Pierucci che per l’occasione ha composto Agni Partene uno dei brani eseguiti in prima assoluta dall’Ensemble Accademia Ducale. L’altro brano, scritto appositamente per il Sursum corda ed eseguito in prima assoluta dall’Ensemble, è una rielaborazione per strumenti moderni di temi composti da Carlo Gesualdo da Venosa, a cura di Giuseppe D’Amico del quale è stato eseguito anche il brano Stava lì la Madre, ispirato allo Stabat Mater, ed eseguito per la prima volta, in prima assoluta nel 2019, anno della prima edizione della rassegna Sursum corda, che ha ottenuto il Patrocinio della Camera dei Deputati.

Nel corso del Triennio 2022-2024 saranno realizzati concerti in Italia e all’estero a cura dell’Ensemble Accademia Ducale che ogni anno ospiterà un ospite di fama internazionale. Altro importante ospite della stagione sarà il pianista Luca Ciammarughi, mentre uno dei prossimi concerti all’estero si terrà in Ungheria, il 3 novembre, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Budapest e il 4 novembre, sempre a Budapest, presso la Chamber Hall della Liszt Ferenc Academy of Music.

Per informazioni consultare il sito www.ducaleacademy.it.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il direttore si ferma per curarsi

classica

L’edizione annuale della rivista tedesca ha comunicato il meglio della stagione operistica scorsa secondo i voti di un panel di oltre 40 critici musicali europei

classica

Si apre con Boris Godunov di Musorgsky un cartellone che offre oltre 250 spettacoli tra opera, balletto e concerti