Ritrovare Bach a Los Angeles con Stefano Greco

Quattro incontri su Bach del pianista e studioso italiano presso la prestigiosa università californiana

News
classica
Stefano Greco
Stefano Greco

Stefano Greco è il protagonista di un’attesa residenza artistica alla Herb Alpert School of Music della UCLA – University of California Los Angeles, che si svolge da sabato 6 a lunedì 8 marzo, con quattro appuntamenti disponibili in streaming sul sito e sulla pagina ufficiale YouTube della UCLA.

Al centro di questi quattro incontri è Bach, della cui musica - particolarmente delle ultime composizioni, quelle di più difficile interpretazione per struttura e per complessità contrappuntistica, ovvero Variazioni Goldberg, Offerta Musicale Arte della Fuga -Stefano Greco è considerato studioso e interprete tra i più importanti. Di lui Aldo Ciccolini ha detto: “Ecco un nuovo, redivivo Bach…”.

Greco ha eseguito leVariazioni Goldberg tra l’altro in una tournée attraverso Usa, Canada e Giappone, in sale prestigiose come la Opera City Concert Hall di Tokyo e la Alice Tully Hall del Lincoln Center di New York. Il suo coinvolgimento con l’Arte della Fuga lo ha portato ad importanti scoperte sull’ultimo capolavoro di Bach, sfociate in conferenze-concerto al Teatro BoZar di Bruxelles, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, alla Wigmore Hall di Londra e in lezioni e master classes in importanti istituzioni di alta cultura come il Bard College nello stato di New York, la California State University e la New York University. È di prossima pubblicazione il suo volume The Language of J.S. Bach: Enigmas and Their Resolution.

Nel primo dei quattro incontri alla UCLA, sabato 6 marzo alle 18 ora locale (in Italia sarebbero le 3 della notte, ma lo streaming resterà disponibile nei giorni successivi) Greco seguirà alcune composizioni di Richard Danielpour, Ian Krouse, David Lefkowitz, Kay Rhie, Peter Golub Anthony Constantino, Kenneth Glendon, Kian Ravaei, e Jasmine Guo, tutte nella forma di Preludio e Fuga e tutte scritte per lui ed a lui stesso ispirate. L’incontro del giorno seguente alla stessa ora è dedicato all’Arte della Fuga, attraverso una lettura e lezione sulla retorica bachiana e sulle importanti intuizioni e scoperte dello stesso Greco sul significato retorico, filosofico e religioso di quest’opera, che offrono una risposta a numerose questioni rimaste aperte riguardo alla scrittura musicale e ai titoli o alle frasi in latino utilizzate da Bach. Infatti, secondo Greco, Bach, nel comporre sia L’Arte della Fuga che L’Offerta Musicale, si sarebbe rifatto alla Musurgia Universalis di Athanasius Kircher, pubblicata a Roma nel 1650. Dal confronto tra il testo di Kircher e la musica di Bach emerge una rispondenza sistematica e precisa tra i due.

L’8 marzo alle ore 10 locali Greco incontrerà virtualmente i professori della UCLA in una tavola rotonda virtuale dedicata a Bach e moderata da Richard Danielpour sulla piattaforma ZOOM. La sua residenza artistica alla UCLA si concluderà l’8 marzo alle ore 18 locali con l’attesissima esecuzione de L’Arte della Fuga di Bach, i cui brani saranno suonati da Greco nell’ordine scaturito dalle sue scoperte.

Gli eventi saranno trasmessi in streaming gratuitamente qui e qui

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Sulla piattaforma opere e concerti dal festival austriaco

classica

Come cambia l’opera e come rendere sostenibile il lavoro dei teatri lirici nell’agenda della Conferenza di Primavera di Opera Europa

classica

Il Palazzetto Bru Zane annuncia un multiforme festival di primavera dedicato alle composizioni nate all’Accademia di Francia a Villa Medici a Roma