Niente Festival di Pentecoste a Salisburgo 

Cecilia Bartoli ha dato l’annuncio della cancellazione, dopo la decisione del governo di prolungare la chiusura dei teatri fino a fine giugno 

News
classica
cecilia bartoli - cancellazione festival Salisburgo
Cecilia Bartoli (foto Uli Weber)

«Cari amici, sono terribilmente desolata di annunciare che, a causa della situazione attuale, siamo obbligati a cancellare il Festival di Pentecoste a Salisburgo di quest’anno»; così ha scritto Cecilia Bartoli, responsabile della direzione artistica della rassegna, nel comunicato diffuso ieri, 6 aprile. «Questa decisione mi spezza il cuore, ma una cosa è evidente: la salute viene prima di tutto! Sono tempi difficili per tutti noi ma sono certa che il potere della musica ci aiuterà a superare tutto questo». 

A poco sono serviti i piani di emergenza messi in opera dall’organizzazione del Festival di Salisburgo, che proprio quest’anno avrebbe celebrato il centenario. Tali piani prevedevano una decisione definitiva per il Festival di Pentecoste intorno al 15 aprile ma l’annuncio del cancelliere austriaco Sebastian Kurz di chiusura nella conferenza stampa di ieri che tutti i teatri austriaci resteranno chiusi fino alla fine di giugno, ha convinto la direzione del festival ad anticipare la decisone. Si tratterà ora di vedere se lo stesso destino seguirà anche il festival estivo, per il quale una decisione è attesa per fine maggio. 

Cecilia Bartoli non si perde comunque d’animo e annuncia un Festival di Pentecoste pieno di idee per il 2021: «Insieme al Direttorio del Festival di Salisburgo stiamo già lavorando su un futuro elettrizzante, e non vedo l’ora di vedervi tutti appena possibile». 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Dopo la grave malattia che l’aveva costretta alla sospensione dalla direzione artistica del festival wagneriano, è stato annunciato il suo ritorno dal 21 settembre

classica

Allo Sperimentale di Spoleto un Rigoletto portato in scena come una spietata partita a scacchi, che offre anche la soluzione per rispettare le norme contro il contagio

classica

Schwarz rimane come direttore artistico