I Wiener Philharmoniker di nuovo in tournée dopo cinque mesi

Neanche il covid19 è riuscito a fermare l’orchestra viennese, che darà sette concerti in quattro città giapponesi con Gergiev sul podio

News
classica
Wiener Giappone Covid Foto Kitakyushu International Music Festival
Foto Kitakyushu International Music Festival

I Wiener Philharmoniker hanno iniziato una tournée in Giappone, che fino al 14 novembre li porterà a Kitakyushu, Osaka, Kawasaki e infine, per quattro concerti, a Tokyo: è un fatto assolutamente eccezionale in questo periodo, quando quasi tutte le orchestre d’Europa, America e del resto del mondo hanno sospeso l’attività in sede e a maggior ragione cancellato le tournée. I Wiener stessi, per cui le tournée costituiscono una parte primaria dell’attività – si potrebbe dire il core business, in senso letterale – non andavano in tournée all’estero dal maggio scorso.

A rendere possibile questa tournée sono state la bassa incidenza del contagio in Giappone, dove i teatri sono aperti, e la speciale esenzione dalla quarantena, concessa ai membri dell’orchestra viennese dal governo giapponese, su richiesta del cancelliere austriaco Sebastian Kurz. Tutti i partecipanti alla tournée hanno effettuato il test per il coronavirus al loro arrivo e lo ripeteranno al massimo ogni quattro giorni e non dovranno uscire dagli alberghi se non per recarsi alle sale da concerto e per i trasferimenti tra le varie città, che saranno effettuati in autobus e vagoni ferroviari strettamente riservati.

A dirigere i sette concerti della tournée è Valery Gergiev e sono in programma musiche di Čajkovskij, Prokof’ev, Stravinsky, Beethoven, Richard Strauss e Debussy. Alla torunée partecipano il pianista russo Denis Matsuev e il violoncellista giapponese Tsuyoshi Tsutsumi, che suoneranno rispettivamente il Concerto n. 2 di Prokof’ev e le Variazioni rococò di Čajkovskij. Al pubblico è stato chiesto di evitare di gridare “bravo” per evitare la diffusione del virus.

Al pubblico è stato chiesto di evitare di gridare “bravo” per evitare la diffusione del virus.

In tutto questo fa un po’ tristezza leggere sul sito ufficiale dei Wiener – ma in realtà già lo si immaginava – che è invece stato annullato il concerto che avrebbero dovuto eseguire il 3 dicembre a Roma per il Festival di Musica e Arte Sacra, con la direzione di Christian Thielemann. Invece sarà eseguito a Vienna, sempre che non venga prorogata la chiusura di teatri e sale da concerto austriache, per ora prevista fino al 30 novembre.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

La scaletta del 7 dicembre televisivo

classica

Il critico letterario scrisse libri fondamentali sul melodramma

classica

Anticipato il ricco programma dell’edizione 2021 del Festival di Aix-en-Provence con nove produzioni liriche e due prime mondiali