Giorgio Ferrari 1925-2010

La scomparsa del compositore genovese

News
classica
E' morto il 13 gennaio a Torino, a 85 anni, Giorgio Ferrari, compositore e violinista per sedici anni direttore del Conservatorio "Verdi" di Torino (nella foto) e per quattordici direttore artistico del Premio Paganini. Genovese, si era diplomato in violino e composizione. Dopo un periodo di attività come violinista nell'Orchestra della Rai di Torino, Ferrari aveva avviato la sua carriera di compositore, alternandola a quella di didatta e di organizzatore. Nel 1961 aveva accettato la direzione dell'Istituto musicale "Canepa" di Sassari, nel 1966 aveva assunto la cattedra di composizione al Conservatorio di Torino. Dal 1968 al 1970 , come direttore artistico del Regio, aveva firmato impegnativi cartelloni lirici con titoli del '900 da Janacek a Sostakovic, da Malipiero a De Falla. Nel 1978 aveva lasciato la cattedra di composizione per diventare direttore del Conservatorio torinese e nel 1988 era stato chiamato a sostituire Alberto Erede alla guida del "Premio Paganini". Incarico quest'ultimo che ha mantenuto fino al 2002 quando per motivi di salute ha dovuto ritirarsi. Lascia una ricca produzione che comprende musica da camera, musica sinfonica e opere teatrali risolte in uno stile che si muove autonomamente nelle esperienze del Novecento, attento alle soluzioni più aggiornate, ma nello stesso tempo legato ad una tradizione rivissuta con intelligenza critica ed autonomia espressiva. (r.i.)

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

A Laulasmaa apre il centro con l’archivio del compositore estone e spazi di incontro per studiosi e appassionati

classica

Il direttore greco assumerà la direzione artistica dal 2021 in sostituzione di Laurence Cummings 

classica

Il Mibac ne riconosce l'interesse storico