Colonia saluta il nuovo anno con Offenbach

Nella città natale del compositore l’Orchestra Gürzenich apre il 2019 con un concerto interamente dedicato alla musica di Jacques Offenbach con la prima in tempi moderni dell’operetta Oyayaye

News
classica
Alexandre Bloch
Alexandre Bloch

A Colonia il 2019 si apre con un grande omaggio a Jacques Offenbach, nato nella città renana, in occasione del bicentenario della nascita. Il 6 gennaio alla Philharmonie di Colonia con “Offebachiade” la Gürzenich Orchester diretta da Alexandre Bloch dedica il primo concerto del nuovo anno a musiche del compositore. Nella prima parte del concerto verrano eseguite l’Ouverture dell’opera romantica di Rheinnixen, il walzer dall’operetta Barkouf, recentemente presentata a Strasburgo, l’Ouverture da concerto su temi de La belle Helène di Friedrich Lehner, il celebre galop dall’operetta La vie parisienne e l’introduzione, prière e bolero dalla Grande scene espagnole op. 22 per violoncello e orchestra con il solista Pablo Ferrández. Nella seconda parte, verrà presentata l’operetta Oyayaye ou La Reine des îles in una versione semiscenica curata da Sabine Hartmannshenn con i costumi di Lena Kremer. Si tratta della prima esecuzione assoluta della partitura di Offenbach ricostruita dal musicologo Jean-Christophe Keck. Protagonisti i due tenori Matthias Klink e Michele Angelini ma si annunciano anche a ospiti a sorpresa. 

Il concerto della Gürzenich Orchestra non sarà l’unico omaggio di Colonia a Jacques Offenbach. Il 9 giugno l’Oper Köln presenterà una nuova produzione della Grande Duchesse de Gérolstein con la direzione di Francois Xavier Roth e l’allestimento di Renaud Doucet e André Barbe. Protagonista sarà il mezzosoprano americano Jennifer Larmore, nota per le interpretazioni rossiniane e barocche degli esordi. 

 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Dal 26 giugno tornano I Giardini della Filarmonica

classica

Il direttore greco-russo lascia la direzione artistica dell’Opera e Balletto di Stato della città russa per concentrarsi di più su musicAeterna, l’orchestra da lui fondata nel 2004 

classica

La Bartoli cancella la sua Cleopatra prevista in ottobre alla Scala per solidarietà con il quasi ex-sovrintendente Pereira ma i fan le si rivoltano contro