Cambreling a capo dei Symphoniker di Amburgo

Il direttore francese sostituirà lo scomparso Jeffrey Tate dalla prossima stagione

News
classica
Sylvain Cambreling
Sylvain Cambreling

Sylvain Cambreling sarà il direttore capo dei Symphoniker Hamburg a partire dalla prossima stagione. Il direttore francese prenderà il posto di Jeffrey Tate alla guida dell’orchestra amburghese dal 2009 fino alla sua morte improvvisa nello scorso giugno.

A 69 anni, si apre una nuova pagina nella carriera di Sylvain Cambreling, che dopo sei stagioni lascerà il posto di direttore musicale dell’Opera di Stoccarda al giovane collega Cornelius Meister a fine stagione. Una lunga carriera iniziata come direttore musicale all’Opéra de Lyon nel 1975, prima di assumere lo stesso incarico per un fortunato decennio al Théâtre Royal de la Monnaie di Bruxelles chiamato da Gérard Mortier nel 1981. Cambreling è in seguito sovraintendente e direttore musicale dell’Oper Frankfurt fra il 1993 e il 1997, prima di riprendere la collaborazione con Mortier al Festival di Salisburgo, all’Opéra national di Parigi e alla Ruhrtriennale. Pur occupando l’opera un posto di rilievo nella sua esperienza artistica, Cambreling è stato direttore capo della SWR Sinfonieorchester di Baden-Baden e Freiburg fino al 2011 e dal 2010 direttore capo della Yomiuri Nippon Symphony Orchestra di Tokyo e primo direttore ospite del Klangforum Wien dal 1997.

Con la nomina di Cambreling si aprono nuove prospettive per la più grande delle orchestre minori di Amburgo, la cui sede è rimasta nella storica Laeiszhalle mentre le due sorelle maggiori, la NDR Sinfonieorchester (ribattezzata NDR Elbphilharmonie Orchester) e la Philharmonisches Orchester Hamburg, sono emigrate nella nuova Elbphilharmonie. Lo confermano anche le parole del sovrintendente Daniel Kühnel: «Dopo una ricerca molto intensa ed emozionante, abbiamo grandi aspettative per la collaborazione con un grande artista che sa come ispirare pubblico e orchestre e che guiderà i Symphoniker di Amburgo verso nuovi vertici con enorme conoscenza musicale e integrità umana» Auspici confermati anche dal responsabile per la cultura della città stato di Amburgo, Carsten Brosda, che sottolinea: «Se i Symphoniker sono riusciti a conquistare Sylvain Cambreling è segno del buon sviluppo che l’orchestra ha intrapreso con Sir Jeffrey Tate. Inoltre per la Laeiszhalle e per l’intera Amburgo musicale questa personalità apre una prospettiva meravigliosa»

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il Mibac ne riconosce l'interesse storico

classica

Il 28 ottobre un concerto al Teatro Sociale di Como per festeggiare l’importante ricorrenza 

classica

Venti concerti che iniziano con Haydn e finiscono con Stradella, passando per Ellington e Hendrix