A Berlino la prima edizione degli Oper! Award

La rivista tedesca Oper! lancia un nuovo premio per la lirica 

News
classica
Konzerthaus Berlin
Konzerthaus Berlin

Un nuovo premio operistico si aggiunge all’affollato panorama internazionale. La rivista tedesca Oper! ha lanciato il suo primo Oper! Awards in una serata che ha avuto luogo lo scorso 21 settembre al Konzerthaus di Berlino. “La Germania ha il maggior numero di teatri d'opera al mondo ma è assurdo che nessun premio sia stato ancora assegnato al meglio dell’industria lirica nazionale e internazionale in una cerimonia di premiazione pubblica”, ha dichiarato Ulrich Ruhnke, direttore della rivista Oper!. Finanziato da società private e privati senza legami con l’industria operistica, “a differenza di altri premi”, spiega con una punta polemica Ruhnke, “noi non abbiamo direttori artistici o sovraintendenti in giuria.” Una giuria composta da otto critici, tutti tedeschi, “dal meglio dei giovani critici a giornalisti affermati”. Oltre a Ruhnke, presidente, i giurati erano Eleonore Büning, Uwe Friedrich, Kai Luehrs-Kaiser, Stephan Schwarz-Peters, Franziska Stürz, Björn Woll e Manuel Brug. 

Venti le categorie premiate. Il premio per il miglior teatro lirico è andato all’Opernhaus di Zurigo, mentre l’italiano Donizetti Opera Festival di Bergamo si impone come miglior festival. Fra le produzioni, all’Opéra de Lyon va la palma per L’incantatrice di Čajkovskij con la direzione musicale di Daniele Rustioni e la regia di Andriy Zholdak, la Deutsche Oper di Berlino si impone fra le creazioni per Oceana di Detlev Glanert allestita da Robert Carsen con la direzione musicale di Donald Runnicles e l’Opéra national du Rhin di Strasburgo per la migliore riscoperta della stagione, cioè Barkouf di Jacques Offenbach. 

A Frederic Wake-Walker va il riconoscimento di miglior regista mentre la coppia di artisti visuali Neo Rauch e Rosa Loy si impone nella categoria di scenografi e costumisti per il Lohengrin del Festival di Bayreuth. Nelle categorie musicali, Joanna Mallwitz si impone per la direzione d’orchestra, come già per Opernwelt, mentre il mezzosoprano JoyceDiDonato e il tenore Piotr Beczala sono stati indicati come migliori interpreti e il giovane tenore lirico spagnolo Xabier Anduaga come migliore promessa della lirica. A un’altra cantante, la veterana Edita Gruberová va invece il riconoscimento per la carriera. L’Opera di Stato Bavarese si porta a casa i premi per la migliore orchestra e il miglior coro. Infine, riconoscimenti all’Opera di Colonia per i programmi educativi e al Palazzetto Bru Zane per l’attività di promozione operistica. Nelle categorie audiovisive, riconoscimenti al recital Offenbach Colorature con il soprano Jodie Devos per l’etichetta Alpha e alla registrazione integrale de L’ange de Nisida di Donizetti realizzata dalla britannica Opera Rara. 

Come già Opernwelt, anche l’Oper! Award “premia” la maglia nera della stagione. In questo caso si tratta del tormentato rinnovo del contratto di direttore musicale della Staatsoper di Berlino a Daniel Barenboim e allo sfruttamento commerciale delle controverse vicende giudiziarie del regista russo Kirill Serebrennikov, fino a poco tempo fa agli arresti domiciliari per corruzione, per promuovere le sue produzioni liriche in Germania. 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Dal 13 marzo a Montecarlo la trentaseiesima edizione del Festival Printemps des Arts 

classica

A Jesi dal 18 ottobre la stagione lirica della Fondazione Pergolesi Spontini, con tre modelli femminili

classica

Dal 10 ottobre il Festival Back to Bach