Addio a Gianluca Floris

Scomparso a 58 anni il presidente di Assolirica

News
classica
Gianluca Floris
Gianluca Floris

Gianluca Floris, presidente di Assolirica, è scomparso a soli 58 anni. Cagliaritano, Floris ha iniziato la sua carriera di tenore come finalista del “Luciano Pavarotti International Voice Competition” di Filadelfia e ha svolto poi un’intensa attività nei teatri italiani e su diversi palcoscenici europei e giapponesi.

Dalla sua nomina alla guida dell’Associazione degli Artisti lirici, avvenuta nel giugno del 2020, Gianluca Floris ha saputo imprimere con la sua competenza e la sua determinazione una svolta al lavoro di sostegno del comparto musicale italiano in un momento di grande difficoltà. Durante la presidenza di Floris, infatti, Assolirica è diventata un punto di riferimento per i professionisti lirici che hanno saputo riunirsi e concertare una strategia comune per il riconoscimento di tutele indispensabili per la loro sopravvivenza.

Uomo ricco di ironia e curiosità intellettuale, da sempre riconosciuto come grande appassionato di tutto il mondo asiatico, è stato protagonista di una serie di collaborazioni per la progettazione artistica del nuovo Teatro dell’Opera di Binhai New City di Shanghai.

Regista teatrale, sceneggiatore, formatore, ha svolto anche il ruolo di Presidente del Conservatorio di Cagliari e poi della Conferenza nazionale dei Presidenti dei Conservatori italiani. È stato inoltre autore di diversi romanzi, pubblicati sia con case editrici sarde sia, più di recente, con Mondadori (La preda) e con Piemme (L’inferno Peggiore). I suoi ultimi impegni pubblici sono stati anche legati alla radio: su Radio X ha ideato e condotto il programma di interviste Fare dell’arte l’arte del fare.

Così lo ricorda Roberto Abbondanza, vicepresidente di Assolirica: «Gianluca ha saputo con la sua positività e il suo ottimismo imprimere all’associazione e ai colleghi una fiducia nel futuro trasferendo argomentazioni espresse dal suo blog “Costruiresumacerie” dimenticando e facendoci dimenticare la malattia incurabile che lo aveva colpito da tempo».

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il Festival dal 16 luglio al 9 settembre

classica

Dopo l’estromissione di Ruth Mackenzie nel 2020, a sorpresa lascia il teatro anche l’attuale direttore Thomas Lauriot dit Prévost

classica

A Torino e Milano dal 5 al 25 settembre