Premio Piero Buscaroli 2022: “Johann Sebastian Bach”

Prima edizione del concorso musicologico rivolto a studiosi e ricercatori chiamati a realizzare una nuova opera ispirata alle pubblicazioni dello studioso bolognese

Formazione
Premio Piero Buscaroli 2022: “Johann Sebastian Bach”
Lo studioso bolognese Piero Buscaroli (1930-2016)

L’Associazione “Amici di Piero Buscaroli”, in collaborazione con il DMI – Dizionario della Musica in Italia, indice la prima edizione del Premio “Piero Buscaroli”, concorso musicologico dedicato alla memoria del giornalista, saggista e storico della musica scomparso nel 2016. L’organizzazione del Premio “Piero Buscaroli” è affidata al Comitato esecutivo composto dal Presidente dell’Associazione “Amici di Piero Buscaroli”, Beatrice Buscaroli, e dal Presidente del DMI – Dizionario della Musica in Italia, Claudio Paradiso

Il premio, che ha cadenza biennale, ha lo scopo di stimolare e sostenere giovani studiosi e ricercatori incoraggiandoli nella redazione di una nuova opera musicologica in lingua italiana ispirata alle principali pubblicazioni dello studioso bolognese. A quarant’anni dall’uscita del suo Bach, l’interpretazione culturale e musicale dell’opera e dell’immagine del compositore tedesco si è modificata dunque i candidati al premio sono invitati ad approfondire questo cambiamento che riguarda tanto la sua immagine nella storia del passato e contemporanea quanto la moderna interpretazione musicale. 

Possono partecipare studiosi di qualunque nazionalità, con una sola opera e con un limite massimo d’età di 40 anni alla data del 30 giugno 2022. L’opera deve essere inedita e scritta da un unico autore, sono pertanto escluse le opere a più mani. La domanda di partecipazione dovrà essere inviata alla segreteria del Premio “Piero Buscaroli” in forma cartacea tramite raccomandata oppure in in PDF tramite PEC all’indirizzo: premiobuscaroli@pec.interpro2020.it) entro il 30 giugno 2022. Alla domanda dovranno essere allegati: il testo integrale dello scritto, un abstract di massimo 1500 caratteri, una scansione del documento d’identità e del codice fiscale, indirizzo, numero telefonico, email, curriculum, autocertificazione attestante che l’opera è originale e inedita. I testi inviati per il Premio saranno catalogati e conservati nella Biblioteca pubblica del DMI di Latina.

La giuria, composta da  Chiara Bertoglio, Sandro Cappelletto, Piero Mioli, Sergio Vartolo, sarà coordinata dal segretario del Premio “Piero Buscaroli” (senza diritto di voto) Claudio Paradiso. Al vincitore, oltre al premio in denaro, si aggiunge la pubblicazione dell’opera presso una casa editrice nazionale della quale l’autore riceverà trenta copie. Il premio e le eventuali menzioni saranno consegnate nel corso di una manifestazione pubblica di risalto nazionale da tenersi a Bologna. La data della premiazione verrà resa pubblica sul sito web del premio e dai media.

Maggiori informazioni sulla pagina web pierobuscaroli.it o contattando la segreteria all’indirizzo giovanni.pirani@gmail.com