Una "bagatella" di Bononcini

Il Polifemo di Giovanni Battista Bononcini inciso dall'Ensemble 1700 diretto da Dorothee Oberlinger

Bononcini Polifemo
Ensemble 1700
Disco
classica
Ensemble 1700
Giovanni Battista Bononcini. Polifemo
Harmonia Mundi
2020

Quella che Giovanni Battista Bononcini definì una "petite bagatelle" è un’opera in un atto che il compositore modenese presentò alla corte prussiana di Berlino su invito della regina Sofia Carlotta.

– Leggi anche: Tutta la musica del Rinascimento

L’esecuzione di Polifemo, che avvenne nel castello di Lietzenburg nell’estate del 1702, coinvolse sia la regina stessa che suonò il clavicembalo che altri importanti personalità vicine alla sua corte, rivelando il talento del suo giovane autore. Telemann fu testimone di questa rappresentazione, e attraverso il Grundlage einer Ehrenpforte di Mattheson (1740), sappiamo i nomi di una parte degli interpreti, dal librettista stesso al fratello di Bononcini, Antonio, e altri artisti italiani e non, un misto di dilettanti aristocratici e di professionisti.

Nonostante le imperfezioni del libretto di Attilio Ariosti, compositore e cantante al servizio delle regina, Bononcini riuscì a rendere interessante questa  serenata basata sulle vicende amorose di Glauco e Silla e di Aci e Galatea, ostacolate rispettivamente da Circe e da Polifemo, ma fra alterne vicende e intrighi caratteristici della drammaturgia barocca alla fine salvate  dall’intervento di Venere. L’opera è costituita da arie di varia lunghezza dal carattere diversificato che rendono molto interessante questo lavoro giovanile riemerso dall’oblio, e attraverso le quali i tratti di ciascun personaggio sono ben delineati.

La  qualità del cast vocale di questo disco contribuisce a valorizzarli, grazie anche alla concertazione di Dorothee Oberlinger che dirige l’Ensemble 1700. Tra i sette cantanti si distinguono Roberta Invernizzi (Galatea) e Roberta Mameli (Silla) che insieme a Bruno de Sá (Aci), Helena Rasker (Glauco), João Fernandes (Polifemo), Liliya Gaysina (Circe) e Maria Ladurner (Venere), hanno dato smalto alle rappresentazioni allestite nel programma del Musikfestspiele Potsdam Sanssouci del giugno del 2019, registrate dal vivo e confluite in questo doppio cd.    

 

 

 

Se hai letto questa recensione, ti potrebbero interessare anche

classica

Un Vivaldi brillantemente singolare

Enrico Onofri raccoglie i Concerti particolari del compositore veneziano in un disco con l’Academia Montis Regalis

Alessandro Rigolli
classica

Il Bach intimo di Fred Thomas

Il pianista Fred Thomas, al debutto per le New Series ECM, alle prese con l'Orgelbüchlein di Bach

Marco Maiocco
classica

Wilhelm Kempff, musica da un altro mondo

Da Vinci Classical Historical pubblica alcune storiche registrazioni di concerti tenuti dal pianista a Milano nel 1978

Stefano Jacini