Vittorio Gnecchi Ruscone, tutte le opere

 La Ricordi ha completato la pubblicazione delle opere liriche del compositore milanese (1876-1954)

News
classica
Vittorio Gnecchi Ruscone
Vittorio Gnecchi Ruscone

Dopo decenni di caparbio impegno l'Associazione musicale Vittorio Gnecchi Ruscone vede realizzato uno dei suoi obiettivi. La Ricordi ha infatti completato la pubblicazione delle opere liriche del compositore milanese (1876-1954), che avrebbe di certo meritato maggiori riconoscimenti in vita, ma anche dopo.

I rapporti di Vittorio Gnecchi Ruscone con l'editore, nella persona di Giulio Ricordi, erano iniziati nel 1896, poi si erano in qualche modo guastati con Cassandra, pubblicata da Ricordi nel 1905, andata in scena a Bologna diretta da Toscanini e ingiustamente accusata di aver ripreso alcuni momenti di Elektra di Strauss (solo due esempi fra i molti: l'accordo in re minore degli attacchi di entrambe le opere, in chiusura l'invocazione disperata a Oreste, quella di Cassadra che sta per essere uccisa e quella di Chrysothemis). Una ipotesi di plagio se mai da invertire, perché Elektra è di tre anni posteriore.

Nel 1945 i rapporti e i contratti tra Ricordi e Gnecchi si erano regolarizzati, ma le partiture e gli spartiti sarebbero stati conservati in modo incompleto. Solo ora è stato possibile ricostruire correttamente Virtù d'amore, La Rosiera e l'oratorio drammatico Judith. Il primo titolo, composto a ventidue anni, andò in scena nel teatrino della villa di famiglia a Verderio con le scene del pittore ufficiale di casa Ricordi, Adolfo Hohenstein, e Tullio Serafin al pianoforte. La Rosiera invece andò in scena nel 1927 in Germania e nel 1930 a Trieste. Mentre la prima esecuzione di Judith fu fatta a Salisburgo nel 1953.

Per l'occasione la Nar ripropone i cd di Cassandra (pubblicati da Agorà nel 2000, registrazione da Radio France di quell'anno), nell'edizione diretta da Enrique Diemecke. 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Torino: nella prossima stagione omaggio al compositore nel 250° della nascita

classica

Il festival Trame sonore dal 29 maggio

classica

Un libro ripercorre i dieci anni di direzione di Cahn