Una maratona musicale a New York 

Il violoncellista Jan Vogler annuncia #musicneversleepsNYC, a sostegno di artisti newyorchesi in difficoltà 

News
classica
Jan Vogler
Jan Vogler

Jan Vogler, violoncellista e direttore artistico del Dresden Music Festival, annuncia la maratona musicale di 24 ore in live streaming Music Never Sleeps NYC. «La crisi globale innescata dal coronavirus ha cambiato drasticamente le nostre vite e chiuso tutte i luoghi di spettacolo che noi artisti chiamiamo casa. Mentre mi esercitavo a casa, ho capito che possiamo ancora contribuire alla lotta contro questa pandemia» ha detto Jan Vogler. «Ci uniremo tutti insieme per inviare un messaggio musicale di coraggio, compassione, amicizia, speranza e amore da New York a tutto il mondo». 

Scopo dell’iniziativa è anche incoraggiare coloro che seguiranno Music Never Sleeps NYC a dare il proprio sostegno a diverse associazioni benefiche newyorkesi che si occupano di artisti in difficoltà, che vivono a New York. 

Oltre allo stesso Vogler, sono molti i musicisti che hanno aderito all’invito. Fra questi, Joshua Bell, Midori, Gil Shaham e ancora Edward Aaron, Rieko Aizawa, Aizuri Quartet, Misha Amory, Hsin-Yun Huang, and family, Timo Andres, Adele Anthony, Inon Barnatan, Alessio Bax, Benjamin Beilman, Joshua Bell, Carter Brey, Michael Brown, Lucille Chung, Anthony Roth Costanzo, Jeremy Denk, Emi Ferguson, Béla Fleck, Zlatomir Fung, Paul Huang, Sarah Jarosz, Colin Jacobsen, Eric Jacobsen, Jeffrey Kahane, Bridget Kibbey, The Knights, Jennifer Koh, Abigel Kralik, Yevgeny Kutik, Tessa Lark, Larisa Martinez, Nathan Meltzer, Jesse Mills, Nico Muhly, Aoife O'Donovan, Todd Palmer, Grace Park, Jeewon Park, Sandbox Percussion, Tiffany Poon, Brooklyn Rider, David Robertson, Pablo Sáinz Villegas, Gil Shaham, Orli Shaham, Ted Sperling, Arnaud Sussman, Chris Thile, Michael Thurber, Danbi Um, Mira Wang, Abigail Washburn, Charles Yang, Kevin Zhu, Lev "Ljova" Zhurbin.

La maratona d Music Never Sleeps NYC inizierà da domani 27 marzo alle 23 (ora italiana) e si potrà seguire sulle principali piattaforme social, Instagram (musicneversleepsnyc), Twitter (@mnsnyc), Facebook (Music never sleeps NYC) e YouTube. L’hashtag per i social media è #musicneversleepsNYC

L’auspicio del promotore è che questa iniziativa ispiri altri musicisti nelle città di tutto il mondo: «Vogliamo creare un pastiche globale di espressioni artistiche stimolando ad aderire alla nostra iniziativa altre città, come #musicneversleepsLA, #musicneversleepsBerlino, #musicneversleepsTokyo, ecc.». 

Maggiori informazioni nel sito www.musicneversleepsnyc.com

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Cecilia Bartoli ha dato l’annuncio della cancellazione, dopo la decisione del governo di prolungare la chiusura dei teatri fino a fine giugno 

classica

Continua la serie di cancellazioni delle rassegne musicali dell’estate a causa del Covid-19 

classica

All’asta di primavera del commerciante di autografi berlinese J.A. Stargardt sono stati venduti spartiti e lettere, di Mozart, Wagner e Chopin