A Sweet Silence in Cremona

L’8 maggio al teatro Ponchielli di Cremona la prima rappresentazione assoluta dell’opera commissionata dalla New York University, Casa Italiana Zerilli – Marimò, NYU Florence

News
classica
A Sweet Silence in Cremona
A Sweet Silence in Cremona

Debutta domenica 8 maggio (ore 20.00) A Sweet Silence in Cremona, opera buffa in un atto – composto da un prologo e otto scene – con musica di Roberto Scarcella Perino su libretto e soggetto di Mark Campbell, commissionata dalla New York University, Casa Italiana Zerilli – Marimò, NYU Florence, coprodotta con il Center for Contemporary Opera di New York e presentata al Teatro Ponchielli in prima rappresentazione assoluta.

Originale la genesi di questa nuova commissione: A Sweet Silence in Cremona prende infatti spunto da un evento accaduto a Cremona nel mese di gennaio 2019. Durante la realizzazione del progetto Banca del Suono, le strade intorno al Museo del Violino e all’Auditorium G. Arvedi furono chiuse per poter permettere la registrazione e la creazione di un database di note di quattro capolavori della collezione del Museo: la viola Girolamo Amati “Stauffer” 1615, il violoncello Antonio Stradivari “Stauffer” (1700), il violino Antonio Stradivari “Vesuvio” (1727), ed il violino Guarneri del Gesù “Prince Doria” (1734).

Un avvenimento speciale per Cremona, che ha attirato l’interesse della stampa internazionale tra cui quella del  New York Times, che diede spazio all’evento in un articolo, dal titolo “To Save the Sound of a Stradivarius, a Whole City Must Keep Quiet”.

Ed è proprio da questo curioso articolo che il librettista americano Mark Campbell, vincitore di un Premio Pulitzer e di un Grammy Award e il compositore italo-americano Roberto Scarcella Perino hanno dato vita ad un’opera ambientata proprio a Cremona durante i giorni della Banca del Suono. In questo scenario sette vite umane (e un cane) che risiedono vicino al Museo del Violino, si intrecceranno inaspettatamente, alternando momenti comici a situazioni commoventi per poi sfociare, nella scena finale, in un canto all’amore tout court fra tutti i protagonisti.

L’opera, che andrà in scena con la regia di Cecilia Ligorio e la direzione di Giuseppe Bruno, viene presentata venerdì 6 maggio in un incontro al Ridotto del Teatro Ponchielli di Cremona (ore 19.00) con la partecipazione, oltre che di regista e direttore, anche di Mark Campbell, Roberto Scarcella Perino e del giornalista Alberto Mattioli.

Info: www.teatroponchielli.it.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il 23 maggio l’opera di Nicola Sani nella produzione della Fondazione Haydn di Bolzano e Trento va in onda in prima visione su RAI 5

classica

Un programma che accontenta il pubblico più tradizionalista ma stimola anche un pubblico più attento al nuovo

classica

Il 29 maggio Arte festeggia i suoi 30 anni presentando la prima del Don Pasquale in una nuova produzione con Ambrogio Maestri e Danielle de Niese