Stresa per Beethoven

Lo Stresa Festival dal 20 agosto al 5 settembre, nel segno della "gioia dell'incontro"

News
classica
Gianandrea Noseda
Gianandrea Noseda

"La gioia dell'incontro" è il titolo della cinquantanovesima edizione dello Stresa Festival che, nella sua sezione classica, si svolgerà dal 20 agosto al 5 settembre.

L'inaugurazione è nel nome di Beethoven che sarà il grande "omaggiato" di questa edizione: il 20 agosto alle 20 nel Palazzo dei Congressi di Stresa Gianandrea Noseda, direttore artistico del Festival, guida la European Union Youth Orchestra nel Concerto n.3 per pianoforte e orchestra di Beethoven, solista Beatrice Rana, e la Terza sinfonia di Schubert. Le sonate beethoveniane sono affidate a Pietro De Maria, Alexander Lonquich, Fazil Say, Gabriele Carcano, Ronald Brautigam, Andras Schiff, Andrea Lucchesini.

Renaud Capucon esegue il Concerto per violino e orchestra di Beethoven con la Kammerorchester Basel diretta da Heinz Holliger, Lieder di Beethoven e Schubert con Ian Bostridge e Saskia Giorgini, il Quarto concerto per pianoforte e orchestra viene proposto da Song-Jin Cho e la Philhamonia Zurich diretta da Noseda, Carmignola (violino) e Brunello (violoncello piccolo) con l'Accademia dell'Annunciata e Riccardo Doni suonano Vivaldi, Bach e Goldberg.

Chiude il 5 settembre Javier Perianes al pianoforte per L'Imperatore di Beethoven con Adda Sinfonica diretta da Josep Vincent. Tutto il programma sul sito.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

L'opera andrà in scena il 9 agosto al Teatro di Verdura diretta da Carlo Goldstein

classica

Dopo il preludio di agosto, la stagione proseguirà a settembre con opere di Scarlatti, Pergolesi e Gnecco e si concluderà col Rigoletto

classica

Dal 22 al 29 agosto a Città di Castello e altre località dell’alta valle del Tevere il Festival delle Nazioni 2020