Sciopero a Santa Cecilia

L’agitazione causata dal blocco del turn over del coro

News
classica
Il Coro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Il Coro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Acque agitate all’Accademia di Santa Cecilia. I sindacati Cgil, Cisl, Uil e Cisal del settore dello spettacolo hanno indetto uno sciopero di tre giorni di tutti i lavoratori dell’Accademia: coro, orchestra, amministrativi e tecnici. La causa è la proroga del blocco del turn over dei coristi per altri tre anni, alla fine dei quali gli elementi del coro saranno ridotti dagli ottantaquattro previsti dall’attuale pianta organica a sessantasei e la loro età media sarà di cinquantatré anni, molto alta per un cantante. Ma i sindacati “intendono opporsi ad un progetto più complessivo che ridimensionerebbe nei fatti il ruolo di eccellenza dell’Accademia di Santa Cecilia”, si legge nel loro comunicato. Che prosegue affermando che "le decisioni dell’attuale cda sembrano dettate dalla logica del pareggio di bilancio, nonostante ad oggi nessuno abbia evidenziato tali questioni, e non dal mantenimento e valorizzazione della produzione artistica, che va preservata con un organico stabile e non con gli aggiunti precari".

Lo sciopero riguarda il concerto di oggi venerdì 8 febbraio, quello del 14 febbraio e quello del 4 aprile, il primo dei tre con la Nona Sinfonia di Beethoven diretta da Kirill Petrenko, uno degli appuntamenti più attesi della stagione.

In un’intervista il presidente-sovrintendente dell’Accademia, Michele dall’Ongaro ha risposto che non c’è alcuna intenzione di penalizzare l’attività del coro e infatti le riduzioni del personale riguardano anche i dirigenti e gli amministrativi. Si è scelto di non rimpiazzare chi va in pensione proprio per evitare licenziamenti. Tale decisione è imposta dalla necessità di tenere i conti in ordine, requisito essenziale per mantenere lo status speciale, che riconosce l’autonomia e ha come corollario la certezza del finanziamento triennale dello Stato. Tra le quattordici fondazioni lirico-sinfoniche l’hanno ottenuto finora soltanto da Santa Cecilia e Scala, grazie proprio ai loro bilanci in pareggio.

 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Quaranta concerti da febbraio a dicembre 2019

classica

Addio alla musicologa

classica

Assegnato all’italiano Matteo Franceschini il Leone d’Argento