Salisburgo sbanca ai Premi austriaci per il teatro musicale

Premiati anche i Wiener Philharmoniker, il Così fan tutte con la regia di Loy e la protagonista Elsa Dreisig e il tenore Heinz Zednik per la carriera

News
classica
Così fan tutte
Così fan tutte

Fa la parte del leone ai premi austriaci per il teatro musicale il Festival di Salisburgo. Sono cinque infatti i riconoscimenti assegnati al prestigioso festival austriaco a cominciare dal premio speciale per “il coraggio e l’incoraggiamento nella pandemia”, un riconoscimento alla tenacia della Presidentessa del Festival, Helga Rabl-Stadler, che ha fortissimamente voluto portare a casa il festival del centenario nella scorsa estate, benché in formato ridotto, in un panorama di cancellazioni. Il Festival di Salisburgo si porta a casa anche le statuette per la migliore produzione operistica, Così fan tutte con la regia di Christof Loy, miglior regista, e Elsa Dreisig come Fiordiligi, migliore cantante, mentre a Franz Welser Most per la sua direzione di Elektra, la seconda produzione vista a Salisburgo nell’estate del 2021, va il premio per la migliore direzione musicale.

Numerosi riconoscimenti vanno anche alla Volksoper di Vienna che si aggiudica i premi per il miglior musical, Cabaret con la regia di Gil Mehmert e le coreografie di Melissa King, e per la migliore operetta, König Karotte di Jacques Offenbach con la regia di Matthias Davids, ma anche per i migliori cantanti non protagonisti, Ruth Brauer-Kvam e Robert Meyer per Cabaret.

Premiati anche i Wiener Philharmoniker come migliore orchestra, la scenografa Nicole Pleuler per Impresario Dotcomprodotto dal Festival di Bregenz, Der Rosenkavalier con la direzione di Zubin Mehta e la regia di André Heller prodotto dalla Staatsoper di Berlino conme miglior produzione internazionale, The Tempest al Tiroler Landestheater come migliore produzione di danza, le Festwochen der Alten Musik di Innsbruck come miglior festival barocco, Peter Hofbauer al Wiener Metropol come miglior teatro di intrattenimento, e l’allestimento di Dreigroschenoper di Brecht Weill della Vereins Volkskantine di Innsbruck con il premio per il teatro off. Il premio speciale per l’impegno nella musica e nella cultura va a Pang Ka-Pang e alla Suzhou Chinese Orchestra.

Fra i cantanti, il tenore Jonas Kaufmann si aggiudica il premio internazionale dei media, mentre a Piotr Beczała va il riconoscimento per il miglior cantante grazie alla sua interpretazione di Jontek in Halka di Stanisław Moniuszko prodotta dal Theater an der Wien, e a Laura Schneiderhan e Rafael Helbig-Kosta quelli per le migliori promesse rispettivamente per i ruoli di Lola Blau in Heute Abend Lola Blau prodotto dal Tiroler Landestheater di Innsbruck e per il coro in The Rape of Lucretia all’Opernstudio del Landestheater di Linz. Un cantante si aggiudica anche il premio per la carriera: si tratta dell’ottantunenne tenore Heinz Zednik, noto soprattutto per i ruoli wagneriani (fu anche Loge e Mime nel Ring “del secolo” diretto da Boulez e Chéreau a Bayreuth nel 1976).

Istituiti nel 2013, i premi quest’anno sono stati decisi da una giuria di nove giornalisti culturali presieduta da Susanna Dal Monte della radio Ö1. “Il premio austriaco per il teatro musicale quest’anno è un inchino profondo a coloro che ci hanno nutrito con l'alimento base della cultura nelle circostanze più avverse”, ha dichiarato Karl-Michael Ebner, presidente del premi austriaci per il teatro musicale, “Per questo meritano tutto il nostro rispetto e la nostra stima”.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Dal 28 settembre al 9 novembre la prima edizione del Turin Baroque Music Festival

classica

Sono quattro quest’anno le operine presentate dal festival di Ascoli Piceno, di cui tre in prima esecuzione assoluta

classica

Il festival proporrà a Roma e Rieti il capolavoro di Menotti.