Le canzoni del Ghetto di Frank London

Un progetto speciale per i 500 anni del Ghetto di Venezia, il 23 aprile al Teatro Goldoni

News
world
Frank London
Frank London - Ghetto Songs

Frank London vanta ormai una frequentazione privilegiata con Venezia: dopo le musiche per Mercante di Venezia di Shakespeare nel Ghetto nel 2016 e dopo una lunga residenza, debutta ora – il 23 aprile al Teatro Goldoni – il suo nuovo progetto Ghetto Songs, in cui il trombettista newyorkese, interprete fra i più originali della musica “di radice” ebraica in varie chiavi (si pensi ai suoi Klezmatics, o alle collaborazioni con John Zorn) presenterà un programma dedicato ai 500 anni del ghetto di Venezia, con musiche «da tutti i ghetti del mondo».

Il progetto Frank London - Ghetto Songs è del Beit Venezia, e insieme a London ci saranno le voci di Sveta Kundish e Karim Sulayman, la chitarra di Brandon Ross, il violoncello di Francesca TerBerg, il contrabbasso di Greg Cohen, la fisarmonica di Ilja Sneiveiss, e la batteria di Zeno De Rossi.

Il biglietto unico è in vendita online e presso il Teatro Goldoni a 15 euro, con una riduzione per studenti a 10 euro.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

world

Tornano dal 25 giugno i corsi (e i concerti) di Mare e Miniere, a Portoscuso

world

Inaugura alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma la Rete degli Archivi Sonori di Musiche di Tradizione Orale

world

Al via il concorso “Adotta un canto, scopri una tradizione”, dell'associazione Altrosud con Squilibri editore