La Royal Concertgebouw Orchestra licenzia in tronco Daniele Gatti

In un articolo del "Washington Post" al direttore italiano erano state mosse accuse di molestie sessuali, confermate da alcune orchestrali

News
classica
Daniele Gatti
Daniele Gatti

“La Royal Concertgebouw Orchestra ha chiuso la cooperazione con il direttore principale Daniele Gatti con effetto immediato”. Con questo annuncio pubblicato nel sito dell’orchestra, la Royal Concertgebouw Orchestra ha annunciato oggi il licenziamento in tronco di Daniele Gatti e la sua sostituzione con altri direttori per i concerti in programma nella prossima stagione.

Come spiegato dai responsabili dell’orchestra, la decisione è legata all’articolo pubblicato lo scorso 26 luglio dal Washington Post, nel quale le cantanti Alicia Berneche e Jeanne-Michèle Charbonnet denunciavano di aver subito molestie sessuali dal direttore italiano. Accuse risalenti a molti anni fa, ma che ora sarebbero state sostanziate da testimonianze simili di alcune strumentiste della prestigiosa orchestra olandese. Comportamenti che i responsabili della Royal Concertgebouw Orchestra hanno ritenuto particolarmente riprovevoli per un direttore principale e causa del danno irreparabile al rapporto di fiducia fra orchestra e direttore.

Da parte sua, Daniele Gatti risponde tramite un comunicato diffuso dai suoi legali, nel quale si dichiara “esterrefatto e respinge fortemente qualsiasi tipo di accusa”. Il direttore annuncia inoltre di aver dato mandato ai suoi legali di intraprendere le necessarie azioni legali al fine di tutelare la propria reputazione contro quella che definisce una campagna diffamatoria nei suoi confronti.

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Fitto calendario operistico, sinfonico e di danza per il teatro felsineo

classica

Dal 16 ottobre al 18 dicembre gli incontri-concerto di "Prismi"

classica

Da oggi a Milano quattro appuntamenti dedicati alla musica contemporanea a cura del mdi ensemble