Jazz Is Dead! ritorna dal vivo

Anteprima a luglio, e tre giorni di sperimentazione e avanguardia a settembre, a Torino

News
oltre
Attila Csihar e Balazs Pandi Jazz is dead
Attila Csihar e Balazs Pandi

Il nome è Jazz Is Dead!, la mission è quella di concepire la categoria "jazz" come fluida, e indagarne le derivazioni più estreme e di avanguardia. Attività che il festival torinese porta avanti con ottimi risultati da qualche anno, grazie ad Arci Torino e alla direzione artistica di Alessandro Gambo.

– Leggi anche: Eroi del rumore a Jazz Is Dead!

L'edizione 2021 parte con un'anteprima il 16 luglio all'ex stazione di risalita dell'Osservatorio di Pino Torinese, con il duo Paolo Spaccamonti e Ramon Moro alle prese con una "sonorizzazione della notte".

Il resto del festival si svolge invece a settembre, dal 10 al 12, presso il Bunker di Torino, splendido spazio di archeologia industriale.Tre i giorni sotto il titolo "Light version", tre i temi portanti dedicati alla luce "elettrica", a quella "solare" e a quella "del cervello". I nomi annunciati: Hiedelem (Attila Csihar - Balazs Pandi) - Félicia Atkinson - Frequency Disasters (Steve Beresford / Pierpaolo Martino / Valentina Magaletti) - The Fruitful Darkness Trio (Gianni Gebbia / Massimo Pupillo / Tony Buck) - Xabier Iriondo & Snare Drum Exorcism - Rhabdomantic Orchestra with Maria Mallol Moya “Almagre” - Jolly Mare (Logica Armonica Live Set) - oAxAcA - Andrea (Ilian Tape) - Healing Force Project - Andrea Passenger - Stefano Isaia - Weed Mason - Dj'mbo from Gambia.

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

oltre

Anche Stefano Bollani tra gli artisti del nuovo cartellone che offre sette appuntamenti tra musica e cabaret dal 23 agosto al 2 settembre

oltre

Dal 16 al 28 agosto nelle Marche, nel segno di Piazzolla e Stravinskij

oltre

Il 24 luglio Julian Lage, ma la rassegna estiva del Centro Santa Chiara prosegue fino a fine agosto