GradoJazz al via, da Andrea Motis a Paolo Conte

Dal 17 al 24 luglio a Grado la "stagione" estiva di Associazione Euritmica

News
jazz
Andrea Motis (foto Jean-Marc Viattel) GradoJazz
Andrea Motis (foto Jean-Marc Viattel)

Parte il 17 luglio lo spin-off estivo di associazione Euritmica, sempre con la direzione artistica di Giancarlo Velliscig: Grado Jazz prosegue fino al 24, inaugura con una mostra (Jazz Portraits, dedicata ai trent’anni di Udin&Jazz, a cura di Luca A. d’Agostino) e con il trio di Andrea Motis (che sostituisce Ivan Lins).

A seguire, Claudio Cojaniz in solo e Dee Dee Bridgewater (18 luglio), il trio di Brad Mehldau e Daniele D’Agaro, anche lui in solo (19), un omaggio ad Aretha Franklyn (20), il rodatissimo duo Enrico Rava e Danilo Rea (21).

E ancora Paolo Fresu “Heroes”, l’omaggio a David Bowie che sta girando l’Italia in questi giorni (22), i fantastici esperti di canto tuvano Huun-Huur-Tu e il trio del pianista Tigran Hamasyan (23).

Chiusura il 24 con Paolo Conte.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

jazz

Dal 28 agosto un trekking di avvicinamento, e il 4-5 settembre all'Aquila la nuova edizione di Il jazz italiano per le terre del sisma

jazz

Un nuovo portale per scoprire i materiali del Centro Nazionale Studi sul Jazz “Arrigo Polillo” di Siena Jazz

jazz

Il meglio del jazz del mese scelto dai giornalisti dello Europe Jazz Media