Francesca Benitez vince il Concorso Lirico “Ottavio Ziino”

Il soprano italiano iscrive il suo nome nell’albo d’oro del concorso accanto a quelli di Jessica Pratt e Marina Rebeka

News
classica
Le prime tre classificate del Concorso Ziino
Le prime tre classificate del Concorso Ziino

Si è concluso domenica 17 novembre il diciottesimo Concorso Lirico Internazionale “Ottavio Ziino”, in ricordo di questo celebre direttore d’orchestra che si è sempre interessato alla promozione dei giovani cantanti, sia nel corso della sua lunga carriera internazionale sul podio dei maggiori teatri sia come direttore per molti anni del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

I candidati erano circa trecento, provenienti da oltre quaranta paesi. Tra questi, attraverso preselezioni svoltesi a Roma, Milano, Parigi, Madrid, Vienna e Tiblisi, ne sono ammessi prima settantotto alle semifinali e poi tredici alla finale, svoltesi presso il Teatro Torlonia di Roma. E dall’anno prossimo le preselezioni si svolgeranno anche a Toronto e Pechino.

La giuria era formata pressoché totalmente da direttori artistici di importanti istituzioni musicali internazionali e questo offriva ai giovani cantanti anche la possibilità di immediate offerte di partecipazione ad opere e concerti nei teatri e festival da loro diretti, come in effetti è avvenuto. Per dare l’idea precisa del prestigio della giuria e quindi del concorso, li nominiamo uno per uno: Nicole Braunger dello Staatstheater Karlsruhe, Serge Dorny dell’Opéra National di Lione (e dal prossimo anno della Staatsoper di Monaco di Baviera), Toufic Maatuk del Beirut Chants International Festival, Umberto Fanni della Royal Opera House di Muscat, Joan Matabosch del Teatro Real di Madrid, Roberto Mauro della Canadian Opera Company di Toronto, Paolo Pinamonti del Teatro San Carlo di Napoli, Elisabeth Sorotka del Festival di Bregenz e Marco Tutino, compositore e già direttore di importanti teatri italiani. Presidente della giuria era Donato Renzetti, che – superfluo dirlo – è un direttore d’orchestra noto in tutto il mondo.

La direttrice artistica Wally Santarcangelo ha ideato un’organizzazione - preselezioni in diversi paesi e giuria al di sopra delle parti – che evidentemente funzionano più che bene, se dalle precedenti edizioni del Concorso “Ottavio Ziino” sono usciti cantanti oggi affermatissimi, come Jessica Pratt, Marina Rebeka, Claudio Sgura, Antonio Poli, Luciano Ganci e tanti altri che stanno svolgendo una brillante carriera. 

Il livello dei tredici finalisti di questa edizione era veramente ottimo, ma l’italiana Francesca Benitez è subito apparsa la più probabile candidata alla vittoria con la sua bellissima interpretazione di “Eccomi in lieta vesta… Oh quante volte, oh quante”, da I Capuleti e i Montecchi di Bellini. E infatti a lei è andato il primo premio. Seconda la russa Victoria Karkacheva, mezzosoprano, e terza la georgiana Natia Ivaniashvili, soprano, cui è andato anche il premio della critica. Il premio del pubblico è stata attribuito al messicano Fabian Rodriguez Lara, voce promettentissima di tenore lirico spinto, dal timbro di rara bellezza, che però ha cantato tutto a pieni polmoni, facendo capire he deve ancora affinare tecnica e interpretazione: probabilmente risentiremo parlare di lui. 

A tutti l’augurio che possano avere le stesse soddisfazioni di coloro che li hanno preceduti nell’albo d’oro del concorso. 

 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Il direttore d’orchestra francese prenderà il posto di Andrés Orozco-Estrada dalla stagione 2021/22

classica

27 pianisti in gara dal 6 dicembre

classica

Cecilia Bartoli nominata alla direzione dell’Opéra di Montecarlo dal 2023