Cecilia di Monaco

Cecilia Bartoli nominata alla direzione dell’Opéra di Montecarlo dal 2023 

News
classica
Opéra di Montecarlo
Opéra di Montecarlo

Sarà Cecilia Bartoli a succedere a Jean-Louis Grinda alla direzione dell’Opéra di Montecarlo a partire dal 1 gennaio 2023. L’annuncio è stato dato ieri da Carolina, Principessa di Hannover e presidente del Consiglio di amministrazione del teatro lirico del Principato di Monaco. Secondo quanto comunicato da Carolina, il nome della Bartoli, “prima donna a dirigere l’Opéra di Montecarlo”, sarebbe stato fatto dallo stesso Grinda, alla guida del teatro dal 2007. La Bartoli, si sottolinea, “sarà libera di continuare la sua eccezionale carriera di cantante, così come Jean-Louis Grinda è stato libero di occuparsi del suo lavoro di regista.” Cecilia Bartoli è già legata alla vita musica del Principato, avendo contribuito alla fondazione nel 2016 e alla direzione dell’orchestra su strumenti originali, Les Musiciens di Prince. 

Grande è la soddisfazione espressa dalla cantante romana: “È un grande onore e una grande responsabilità”, ha dichiarato, sottolineando il suo antico legame con il Principato: “Nel 1989 ho debuttato a Montecarlo nel Barbiere di Siviglia, all’inizio della mia carriera, e da allora mi sono sentita legata a Monaco. La Salle Garnier è probabilmente uno dei teatri d’opera più belli al mondo. Le sue dimensioni e la sua acustica sono perfette: un vero bijou.” Cecilia Bartoli ha aggiunto: “Assumere la direzione dell’Opéra di Montecarlo rappresenta una nuova tappa nella mia carriera ma anche la realizzazione di un sogno. Sarò la prima donna a occupare quella posizione oltre a essere la prima artista lirica dopo Guy Grinda, il padre di Jean Louis Grinda. È la rappresentazione perfetta del mio intento di nutrirsi della tradizione e portare innovazione.” Con l’entusiasmo tipico, annuncia di avere già moltissime idee che cercherà di realizzare nei tre anni che la separano dall’assunzione del nuovo. 

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Presentata la stagione 2020-21 dell'Accademia di Santa Cecilia, che segue le linee consuete, con qualche interessante novità

classica

Anna Netrebko ha contratto il coronavirus durante alcune recite al Bolshoi di Mosca, Edita Gruberova ha cancellato il suo recital a Firenze

classica

Allo Sperimentale di Spoleto un Rigoletto portato in scena come una spietata partita a scacchi, che offre anche la soluzione per rispettare le norme contro il contagio