Bach e Hindemith per i Ritratti incrociati OPV

A Padova l’Orchestra di Padova e del Veneto accoglie la sfida che Claudio Abbado lanciò sessant’anni fa con alcuni dei più apprezzati solisti italiani

News
classica
Marco Angius e l'OPV (Foto Alessandra Lazzarotto)
Marco Angius e l'OPV (Foto Alessandra Lazzarotto)

Con il titolo Ritratti incrociati, giovedì 2 e venerdì 3 dicembre (ore 20.45) l’Orchestra di Padova e del Veneto proporrà un doppio appuntamento esclusivo: la prima esecuzione integrale dei Concerti brandeburghesi di Bach e delle Kammermusiken di Hindemith mai realizzata in soli due giorni.

Una sfida che porterà all’Auditorium Pollini di Padova alcuni tra i più apprezzati musicisti italiani, prime parti dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, con Daniele Orlando violino solista e concertatore, per la direzione di Marco Angius.

Tredici concerti divisi in due serate, un’operazione che rinnova ed estremizza l’impresa di Claudio Abbado, che nel 1961 propose a Milano la stessa formula in tre diversi concerti, e distribuiti nell’arco di due mesi.

Giovedì 2 dicembre si uniranno all’OPV Giampaolo Pretto,Primo flauto all’OSN RAI, Simonide Braconi, Prima viola dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, Roberto Ranfaldi, violino di spalla all’OSN RAI, Ula Ulijona, Prima viola OSN RAI, Giampietro Rosato, clavicembalista dell’Ensemble barocco Sonatori de la Gioiosa Marca, Tommaso Rossi al flauto dolce, fondatore dell’Ensemble Dissonanzen, Roberto Rigo, alla tromba, Paolo Brunello, Primo oboe OPV, e Francesco di Lernia all’organo per i Concerti brandeburghesi n. 2, 5 e 6 alternati alle Kammermusiken n. 4, 5, 6 e 7.

Venerdì 3 dicembre sarà la volta di Tommaso Rossi e Alessandro De Carolis al flauto dolce, la violoncellista Silva Chiesa, artista da sempre impegnata al rilancio del repertorio solistico del Novecento italiano, e Ciro Longobardi, pianista dell'Ensemble Prometeo di Parma.

Il progetto è dedicato alla memoria di Mario Messinis a un anno dalla morte del grande musicologo, critico e organizzatore musicale veneziano. Oltre a Padova, Ritratti incrociati approderà al Teatro Verdi Pordenone martedì 14 e mercoledì 15 dicembre nell’ambito del Premio Pordenone Musica 2021.

Informazioni e biglietti: www.opvorchestra.it

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Protagonista di un concerto tenuto lo scorso 14 gennaio, Lyniv nel 2022 dirigerà le opere Iolanta e Andrea Chénier, oltre a tre concerti sinfonici.

classica

Il chitarrista, saggista e didatta è scomparso a Vercelli il 14 gennaio all’età di 80 anni

classica

A Padova due concerti dell’Orchestra di Padova e del Veneto diretti da Marco Angius per la seconda serie di “Migrazioni” su Rai5