Arvo Pärt a Varsavia per due prestigiosi riconoscimenti

Al compositore estone, il Premio Gloria Artis e l’Honorary Doctorate al centro di due eventi dedicati alla sua musica nella capitale polacca

News
classica
Arvo Pärt "premiato"
Arvo Pärt "premiato"

Lo scorso 25 novembre, Arvo Pärt ha ricevuto a Varsavia il Premio Gloria Artis, il più alto riconoscimento polacco dedicato alla cultura, presso la Rotunda Hall del museo intitolato a Giovanni Paolo II. A conclusione della cerimonia, tenuta dal Ministro della cultura Jaroslaw Sellin, la Estonian Philharmonic Chamber Choir e la Tallinn Chamber Orchestra dirette da Tõnu Kaljuste, sono state protagoniste di un concerto monografico che ha toccato alcuni tra i lavori più rappresentativi quali Adam’s Lament, Cantus in Memory of Benjamin Britten, Fratres, Salve Regina e il Te Deum. Il concerto si inserisce all’interno della programmazione del Festival Eufonie, del quale Arvo Pärt è attualmente ospite onorario, quest’anno dedicato al centesimo anniversario della Repubblica Polacca. 

Durante il discorso istituzionale, il compositore estone ha ricordato come nel 1978 Gidon Kremer, Tatjana Gridenko e Alfred Schnittke diedero a Varsavia la prima esecuzione di Tabula Rasa: “Come compositore, allora mi trovavo all’inizio di un nuovo percorso. Varsavia mi diede ascolto e conforto, incoraggiandomi a intraprendere questo nuovo cammino. Ora, a distanza di quarant’anni, proprio qui percepisco lo stesso calore che proviene dal cuore per rivelarsi in maniera così vitale per un compositore”.

Il giorno seguente (26/11) la Fryderyk Chopin University of Music di Varsavia gli conferisce l’Honorary Doctorate per gli eccellenti risultati raggiunti in ambito musicale e per l’universale sensibilità delle sue opere.

Svolto alla Concert Hall della prestigiosa accademia, l’evento ha accolto il discorso del capo dipartimento della classe di composizione Paweł Łukaszewski, mentre il diploma Honorary Doctorate è stato presentato dal Rettore dell’Università, Klaudiusz Baran. Alla cerimonia è seguita l’esecuzione di Cantus in Memory of Benjamin Britten della Chopin University Chamber Orchestra, diretta da Rafał Janiak.

Il nome di Arvo Pärt va così ad aggiungersi all’albo d’oro dell’Honorary Doctorate, nel quale figurano personalità del calibro di Krzysztof Penderecki e Witold Lutosławski, Nadia Boulanger, Mstislav Rostropovich e Placido Domingo.

 

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Presentato a Venezia il programma delle attività culturali e musicali della Fondazione “Giorgio Cini” per il 2019 

classica

Un interessante volume dedicato a Giorgio Strehler e i suoi scenografi

classica

Presentati i risultati dell’edizione 2018 della manifestazione di Parma