Addio a Mori Kanté

Muore Mori Kanté, uno dei grandi della musica africana, star internazionale con "Yé ké yé ké"

News
world
Mori Kante

È morto a 70 anni a Conakry, dopo una lunga malattia, Mory Kanté. La notizia è stata rilanciata da numerosi quotidiani africani e in Francia. Con lui se ne va uno dei grandi protagonisti della musica africana dagli anni Settanta del Novecento in poi, popolarizzatore presso il pubblico mainstream europeo e americano (nel periodo in cui emergeva la cosiddetta "world music") dei suoni e dei ritmi della sua Guinea. 

– Leggi anche: Manu Dibango morto per Covid-19

Discendente di una famiglia di griot (da cui il soprannome di le griot électrique), Mori Kanté comincia la sua carriera negli anni Settanta insieme a Salif Keita, con la celebre Rail Band. Il successo internazionale arriva però solo nel 1987 con "Yé ké yé ké", considerato uno dei brani africani più venduti di tutti i tempi – insieme senz'altro a "Soul Makossa" di Manu Dibango, anche lui scomparso in questo 2020. Mori Kanté era tornato negli anni Duemila a vivere in Guinea, diventando anche attivista di iniziative dell'UNESCO e per l'ONU.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

world

Le "finali" a Cagliari dall'8 al 10 ottobre, con una selezione di musicisti di riconosciuto prestigio, che confermano la crescita del Premio

world

Il Premio Loano per la Musica Tradizionale Italiana va al disco di Lucilla Galeazzi e UmbriaEnsemble; Setak vince tra i giovani

world

"Lettere dall'Italia" è un progetto di Maurizio Geri per la quarantena: un brano collettivo cantato in tutte le lingue minoritarie italiane