Addio a Mario Messinis

Il critico musicale veneziano aveva 88 anni

News
classica
Mario Messinis (foto di Roberto Serra)
Mario Messinis (foto di Roberto Serra)

Sarà difficile, d’ora in poi, entrare in un teatro e resistere alla tentazione di cercare dove è seduto Mario, per ciacolare, imparare, scherzare. E’ morto l’8 settembre a Venezia Mario Messinis (città dove era nato il 7 marzo 1932), critico musicale del Gazzettino, è  stato docente al Conservatorio, direttore artistico della Biennale Musica, dell’Orchestra della Rai di Torino e dell'Orchestra Rai di Milano, di Bologna Festival, sovrintendente del Teatro La Fenice di Venezia, instancabile paladino della musica contemporanea, amico di molti compositori, intellettuale curioso e versatile. Il mondo della musica italiana e non solo gli deve moltissimo. E’ sempre stato uno che si “sporcava” le mani nel mondo dell’organizzazione musicale, mai un “eremita” che si estraniava dalla vita musicale. Tra una telefonata a Nono e un pezzo sul Gazzettino negli Anni Ottanta si divertiva a guardare la soap americana “Capitol”: andava in onda alle 13,30 su Raidue e in quella mezz’ora Mario non c’era per nessuno.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

classica

Presentata la stagione 2020-21 dell'Accademia di Santa Cecilia, che segue le linee consuete, con qualche interessante novità

classica

Anna Netrebko ha contratto il coronavirus durante alcune recite al Bolshoi di Mosca, Edita Gruberova ha cancellato il suo recital a Firenze

classica

Dopo la grave malattia che l’aveva costretta alla sospensione dalla direzione artistica del festival wagneriano, è stato annunciato il suo ritorno dal 21 settembre