SIAE: un pacchetto di interventi per l'emergenza

Provvedimenti di urgenza della SIAE per 110 milioni di euro, a favore degli associati: le misure nel dettaglio

Mogol - Siae - misure di emergenza per il coronavirus
Giulio Rapetti Mogol, presidente SIAE
Articolo
oltre

Dopo Nuovo IMAIE, che già dai primi giorni dell’emergenza coronavirus aveva lanciato un piano di sostegno per i propri associati, è ora la volta di SIAE.

Il Consiglio di gestione, riunitosi in videoconferenza il 31 marzo, ha deliberato su diversi provvedimenti di urgenza a supporto dei moltissimi artisti che stanno subendo perdite a causa del blocco dell’attività dal vivo per l'emergenza Covid-19; blocco che, ragionevolmente, sarà destinato a prolungarsi anche oltre la fine del lockdown: gli interventi, in effetti, si estendono a tutto il 2021, per un totale – al momento – di 110 milioni di euro. A oggi, per il solo 2020, la stima di mancati incassi sul diritto d’autore si aggira intorno ai 200 milioni di euro.

A oggi, per il solo 2020, la stima di mancati incassi sul diritto d’autore si aggira intorno ai 200 milioni di euro.

Il presidente SIAE Giulio Rapetti Mogol, nel dirsi fiero delle iniziative proposte, si è anche espresso duramente su quanti «chiedono di bloccare il decreto della copia privata», riferendosi alla recente richiesta di Confindustria al Ministro Franceschini: «dico solo che dovrebbero vergognarsi» ha commentato Mogol. «Pensate se in questi giorni in cui dobbiamo restare a casa non avessimo la musica, i film, la letteratura e le altre arti a tenerci compagnia. La cultura è una medicina potente, per resistere e per ripartire».

Nuovo Imaie lancia un fondo per gli artisti colpiti dall'emergenza Coronavirus

Quello proposto da SIAE è dunque un intervento economicamente e rilevante e a medio-lungo termine. Ci sarà però da aspettare, almeno per le parti più strutturali: le linee di intervento saranno approvate definitivamente il 18 settembre 2020 dall’Assemblea generale degli associati. 

Ecco dunque più nel dettaglio le iniziative proposte da SIAE.

Fondo di solidarietà di emergenza

In primo luogo, è stato creato un Fondo di solidarietà di emergenza di 500 mila euro, finalizzato all’acquisto di pacchi alimentari per gli associati in condizioni di indigenza o invalidità. Per farne richiesta, si può far riferimento alla mail fondo.solidarieta@siae.it o ai numeri telefonici 065990 2614-2613-2013-3155.

Fondo di sostegno straordinario in favore degli agenti SIAE

Gli agenti mandatari di SIAE (ovvero i lavoratori autonomi a provvigione) potranno beneficiare di un fondo per 4,1 milioni di euro, dei quali 1,6 milioni di euro finanziati grazie alla rinuncia del premio di risultato per il 2020 da parte del Direttore generale e di tutti i dirigenti e quadri della Società.

Fondo di sostegno straordinario per gli associati 

Per il 2020 e il 2021 è stato creato un Fondo di sostegno straordinario a favore di tutti gli associati, che supporterà le ripartizioni per i prossimi due anni. Il fondo ammonta a 60 milioni di euro. 

Prestiti a tasso zero

Tra le misure al vaglio, anche la possibilità di concedere prestiti pluriennali a tasso zero agli associati in difficoltà di liquidità: a tale fine potrebbero essere messi a disposizione 50 milioni di euro a valere sui fondi finanziari della Società.

Sospensione del recupero crediti e delle penali

Sanzioni, penali e interventi di recupero per i pagamenti non effettuati sono sospesi (fatta salva la verifica di SIAE, che dettaglierà le decisioni sul suo sito prossimamente). 

Proroghe per il rinnovo degli abbonamenti

Il termine per il rinnovo degli abbonamenti annuali per musica d’ambiente è stato prorogato al 31 maggio. Stesso discorso per il versamento del compenso annuale per diritti di reprografia da parte dei punti di riproduzione.

Tariffe sperimentali per le rappresentazioni online

Infine, SIAE ha anche approvato la definizione di tariffe sperimentali per l’emergenza sanitaria, per le rappresentazioni online di opere di repertori DOR-Lirica e OLAF. La società potrà anche valutare interventi di sostegno per i costi delle licenze per eventi in streaming senza scopo di lucro.

Se hai letto questo articolo, ti potrebbero interessare anche

oltre

Un corto-documentario su Netflix racconta la bizzarra storia di John Shepherd, che per trent'anni ha trasmesso musica nello spazio

oltre

Una raccolta apre l'archivio della Cinevox Records, con inediti di Umiliani, Piccioni, Gaslini... L'intervista a Franco Bixio

oltre

Dardust ci racconta Lost in Space, il 28 agosto a Rimini per UlisseFest