Umbria Jazz 2019, il programma

Dal 12 al 21 luglio, tra big del jazz e non solo – con King Crimson e Thom Yorke

News
jazz
Umbria jazz 2019
Carlo Pagnotta, direttore artistico di Umbria Jazz

Ormai completato da qualche settimana dal direttore artistico Carlo Pagnotta, il programma di Umbria Jazz 19 si caratterizza ancora una volta per la sua formula, che coniuga la cornice unica di uno dei centri storici più belli d’Italia con un programma esteso e di alto livello: 280 eventi per dieci giorni ininterrottamente dalla mattina a notte fonda.

Dal 12 al 21 luglio centinaia di musicisti si esibiranno a Perugia in dodici diverse location, tra le quali spicca quest’anno la duecentesca chiesa di San Francesco al Prato – già sede di molti concerti dal 1987 poi danneggiata nel terremoto del settembre del 1997 – che rientra nel cartellone del festival per ospitare Seven Dreams (19 luglio), il progetto commissionato a Uri Caine e che coinvolgerà, oltre al suo trio, anche l’Umbria Jazz Orchestra e gli archi dell’Orchestra da camera di Perugia.

Se non sono da trascurare gli appuntamenti gratuiti che si svolgeranno nei Giardini Carducci e in Piazza IV novembre e le jam session nel Club di Via della Viola – aperto fino alle ore piccole –  molte comunque sono le presenze che merita segnalare agli appassionati: da Chick Corea & The Spanish Heart Band (16 luglio) a Thom Yorke (20 luglio), da George Benson (15 luglio) a John Patitucci (21 luglio), senza trascurare artisti italiani come Roberto Gatto, Giovanni Guidi, Paolo Fresu, Gianluigi Trovesi, Gianni Coscia.

Ma sarà interessante andare ad ascoltare anche proposte più particolari, come la musica di Snarky Puppy o quella del californiano Kamasi Washington, e – abituati ormai a vedere nel sempre più eterogeneo cartellone di Umbria Jazz nomi come quelli di Lady Gaga o Elton John – non si potrà facilmente saltare il concerto del 18 luglio coi King Crimson, che celebreranno i loro cinquant’anni di storia.

Avranno il loro spazio comunque anche i giovani allievi che frequentano i corsi estivi tenuti a Perugia, ormai da moltissimi anni, dal Berklee College of Music di Boston, mentre per i più piccoli ci sarà una intera sezione – “UJ4KIDS”, con vari laboratori e momenti di intrattenimento – realizzata in collaborazione con la Regione Umbria e l’Istituto Comprensivo 2 Montessori/Ciabatti di Perugia.

Se hai letto questa news, ti potrebbero interessare anche

jazz

La "classifica" del mese a cura dei giornalisti dello Europe Jazz Network

jazz

Il trombettista è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

jazz

La Lega contro la partecipazione di Gilad Atzmon al Torino Jazz Festival